Domenica 16 Dicembre 2018 | 02:53

GDM.TV

Il futuro gigante dell'aria si chiamerà «Dreamliner»

TARANTO - Si chiamerà «Dreamliner» («aereo del sogno»), con la sigla 7E7, il super aereo passeggeri che la Boeing ha varato e che rivoluzionerà il sistema del trasporto aereo.
Il colosso di Chicago indica che il 7E7 sarà il «nuovo aereo super efficiente del Terzo Millennio» nel campo dell'aviazione civile. Sarà costruito in 3 versioni: il 7E7-8 sarà la cosiddetta base e potrà trasportare sino a 200 passeggeri distribuiti in tre classi su rotte fino a 15.700 chilometri; quelle intercontinentali, invece, saranno coperte dalla versione-maxi battezzato 7E7-9, che non farà alcun scalo intermedio in quanto avrà un'autonomia di 15.400 km e potrà trasportare sino 250 passeggeri in tre classi; le linee intermedie, infine, saranno servite dal 7E7-3, che potrà ospitare sino a 300 passeggeri ed avrà un autonomia di 6.500 km.
Nel corso della presentazione ufficiale dell'aereo 7E7, la società americana, dopo aver confermato che ad Everett (Stato di Washington) vi sarà la sede del programma ed il centro di integrazione per la progettazione e lo sviluppo del nuovo velivolo, ha comunicato la scelta dei partner strutturali.
Dopo aver versato alla Boeing la loro quota di partecipazione al progetto, i partners saranno impegnati nella costruzione delle grosse sezioni del velivolo in diversi stabilimenti degli Stati Uniti, del Giappone, dell'Italia, dell'Australia e del Canada.
Pacchetti di lavoro sono stati già assegnati, infatti, alle ditte giapponesi Fuji Heavy Industries (FHI), Kawasaki Heavy Industries (KHI) e Mitsubishi Heavy Industries (MHI), alla Vought Aircraft Industries di Dallas (Texas) ed all'italiana Alenia Aeronautica S.p.a. del gruppo Finmeccanica.
All'azienda italiana, congiuntamente alla texana Vought, toccherà realizzare lo stabilizzatore orizzontale, la fusoliera centrale e quella posteriore, pari al 26% del lavoro strutturale sul 7E7.
Il coinvolgimento industriale dell'Alenia, quindi, investe il Sud Italia con la Campania e la Puglia.
Nella regione pugliese, quindi, lo stabilimento di Foggia, in virtù della sua competenza sulla produzione in fibra di carbonio, dovrebbe essere privilegiato. In Capitanata saranno realizzati gli "stabilizzatori" (la coda dell'aereo) con un incremento occupazionale tra i 100 e 150 addetti ed un investimento di circa 55 milioni di euro.
Per l'identificazione del sito per la costruzione della fusoliera, il braccio di ferro è tra gli stabilimenti pugliesi di Grottaglie e Brindisi, già strutturati per simili attività, e quelli della Campania come Napoli-Capodichino e Pomigliano d'Arco.
Per la scelta definitiva dello stabilimento, l'Alenia in questi giorni dovrà pronunciarsi e sta compiendo tutte le valutazioni, di natura logistica ed economica.
La scelta industriale, infatti, richiede, tra le altre, la vicinanza dello stabilimento alle piste aeroportuali. Le parti della fusoliera, composte di un'unica struttura modulare di 26 metri in lunghezza ed altrettanti in altezza, dovranno essere imbarcate sui Boeing 747 Cargo con destinazione Seattle per essere assemblate. Ciò comporta, per gli abbattimenti dei costi industriali, la necessità di un aeroporto a portata di mano.
Per portare a casa l'intero investimento, stimato in quasi 300 milioni di euro e una ricaduta occupazionale per almeno 500 addetti diretti (più altrettanti indiretti) per i prossimi 25 anni, sono scesi, quindi, in campo, i massimi responsabili delle due Regioni. L'Alenia, infatti, chiede una compartecipazione di quasi la metà dell'intero investimento e la Puglia è disponibile ad investire 100 milioni di euro.
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini