Lunedì 10 Dicembre 2018 | 00:39

GDM.TV

i più visti della sezione

Accuse anche dalla senatrice de Zulueta

ROMA - «La deportazione forzata e immediata in Libia dei 1400 migranti, nessuno dei quali libico, senza un preciso percorso di identificazione e senza permettere a nessuno di questi l'accesso alle procedure d'asilo nei casi in cui ciò fosse stato possibile, costituisce per l'Italia un grave precedente». Lo afferma la senatrice Tana de Zulueta, Senatrice Tana de Zulueta vice presidente della Commissione per l'immigrazione del Consiglio d'Europa in visita questi giorni a Lampedusa presso il "Centro di prima accoglienza".
«Il governo libico afferma che di quei 1400 migranti, mille sono stati mandati in Egitto sul presupposto, tutto da verificare, che fossero egiziani. Mi preoccupa non sapere che fine abbiano fatto gli altri 400» «Tutt'ora - prosegue la de Zulueta - 110 persone sono partite alla volta di Porto Empedocle per poi raggiungere la Libia col traghetto mentre nel centro di accoglienza sono rimasti in 90 e partiranno con un volo charter Alitalia e con un C-130 dell'Aeronautica Militare. Sono duramente provata da quello che sto vedendo qui giù in questi giorni: più che un centro di permanenza temporanea, sembra un campo di detenzione. Li abbiamo accolti in un campo con filo spinato e li abbiamo fatti ripartire a piedi nudi e coi polsi legati dallo scotch». «Nel campo i migranti non sono tutelati dagli standard minimi di accoglienza. C'è una situazione precaria se non pericolosa. Un solo medico, assistito da una sola infermiera; condizioni igieniche del tutto inadeguate, niente biancheria, pochissimi bagni chimici, le condutture dell'acqua scoppiate. La libertà personale è certamente violata anche quando l'uomo è spogliato della propria dignità. Tutto ciò sembra grave, visto che l'Italia è in grado di gestire un numero simile di arrivi. La Protezione civile, come ha dimostrato nei casi di terremoti, sa accogliere in condizioni di decoro persone in difficoltà. Eppure questo centro di accoglienza costa al contribuente parecchi soldi: 200.000 euro al mese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour