Lunedì 25 Gennaio 2021 | 01:29

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Sagra delle olive

La sagra delle olive dall'8 ottobre sino a domenica 10 a Sannicandro di Bari ha già raggiunto la diciottesima edizione. E' organizzata dall'Oleificio Cooperativo e dall'Arci con il patrocinio di Regione, Provincia, Camera di Commercio, Comune e "La Gazzetta del mezzogiorno". In programma un convegno sulla coltivazione dell'olivo ma, soprattutto, su tante degustazioni in salamoia, in calce, in acqua , ma soprattutto fritte.
La sagra cominciò con qualche bancarella all'ombra del castello e via via s'è irrobustita sino a richiamare i tanti che apprezzano le olive.
Ragazze in costume d'epoca illustrano le sale del castello, la mostra della civiltà contadina e di oggetti reperiti durante i lavori di restauro.
Sannicandro dista 12 chilometri da Bari. Ha mantenuto le sue caratteristiche di borgo contadino di
stampo giolittiano.
Prefisso telefonico: 080.
Informazioni: associazione Arci e Assessorato alla Cultura 9935319- 9936313.
Da visitare: il castello normanno svevo, la chiesa di Santa Maria Assunta, il Centro
Storico.
Da acquistare: olio d'oliva, olive, pane, olive e orecchiette che, secondo lo storico della cucina
Luigi Sada, furono inventate proprio a Sannicandro.
Dove pranzare: Il Nascondiglio 632761 dove preparano ottime braciole di cavallo e trippe, Rossini 633026, Il Castello, Al Lago 9934800.
Tutti ambienti rustici con piatti tipici dove in questi giorni di sagra non lesinano piatti a base di olive.
La mitologia narra che l'ulivo fu fatto germogliare per la prima volta da Pallade Atena per stupire Zeus, ingraziarselo e per farsi donare l ' Attica. La cosa le riuscì così bene che il padre degli dei l'accontentò contribuendo persino a far diffondere la pianta in tutto il bacino del Mediterraneo.
Forse (e qui entra in ballo solo e soltanto l'immaginazione) una pianticella magari quella con i frutti più dolci, trovò accoglienza nel suolo dove oggi sorge Sannicandro di Bari e lì si dette da fare a riprodursi nel più degno dei modi.
Vittorio Stagnani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400