Venerdì 14 Dicembre 2018 | 04:21

GDM.TV

Riforme - Passa il Senato federale, si riduce il numero dei parlamentari (770 contro gli attuali 945), sarà limitato a tre quello dei nuovi "deputati a vita". Resta di cinque anni la durata della legislatura, mentre per essere eletti senatori basteranno (come prevede il testo modificato dalla commissione) 25 anni

ROMA - Passa il Senato federale, si riduce il numero dei parlamentari (770 contro gli attuali 945), sarà limitato a tre quello dei nuovi "deputati a vita". Resta di cinque anni la durata della legislatura, mentre per essere eletti senatori basteranno (come prevede il testo modificato dalla commissione) 25 anni. Sono queste le principali decisioni prese dall'Aula della Camera che oggi ha continuato a votare le riforme anche in seduta notturna. Ecco, punto per punto, le novità del testo.
SENATO FEDERALE: La maggioranza lo presenta come la vera "rivoluzione" della riforma. Sarà "allargato" ai rappresentanti delle regioni e delle autonomie locali (eletti dai rispettivi Consigli all'inizio della legislatura regionale, provinciale e comunale), che potranno partecipare ai lavori della "nuova" Camera, ma senza diritto di voto. Nel Senato federale, inoltre, siederanno almeno sei senatori per regione (e non 5 come era previsto dal testo uscito da palazzo Madama). Il Molise eleggerà due senatori e la Valle D'Aosta uno.
RIDOTTO NUMERO PARLAMENTARI: La riforma "taglia" il numero dei parlamentari di 175 unità rispetto ad oggi: sono infatti 945 (630 deputati e 315 senatori) e diventeranno 770 (518 deputati e 252 senatori, eletti in ogni regione «contestualmente all'elezione dei consigli regionali» e a suffragio universale).
"DEPUTATI A VITA", MASSIMO TRE: I "deputati a vita", che sostituiranno gli attuali cinque senatori a vita, saranno al massimo tre. Nominati dal presidente della Repubblica, dovranno essere «cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario». A loro si aggiungeranno gli ex presidenti della Repubblica, attuali senatori di diritto a vita. IL 'NUOVO' PARLAMENTO: A partire dal 2011, se la riforma avrà l'ok definitivo delle Camere e passerà un eventuale referendum confermativo sarà questa la nuova composizione di Camera e Senato: CAMERA: Sarà composta da 518 membri, più i 'deputati a vità. Cinquecento di questi saranno eletti in Italia e 18 saranno votati, nelle circoscrizioni estero, da cittadini italiani non residenti nel nostro Paese. A questi andranno ad aggiungersi gli ex presidenti della Repubblica (che non siederanno più al Senato, ma alla Camera).
SENATO: Sarà composto da 252 membri eletti a suffragio universale e diretto (in numero non inferiore a 6 per Regione eccezion fatta per il Molise e la Valle D'Aosta). A questi andranno ad aggiungersi due rappresentanti per ogni regione (uno eletto tra i consiglieri regionali e uno tra i sindaci, i presidenti di provincia e di città metropolitana della regione). I senatori 'delle regioni e delle autonomiè, che parteciperanno ai lavori del Senato ma non avranno diritto di voto, saranno in tutto quarantadue: trentotto da tutte le regioni e quattro dal Trentino Alto Adige/Sud Tirol.
SENATORI A 25 ANNI: Per essere eletti senatori basteranno 25 anni, lo prevede il nuovo articolo 58 della Costituzione modificato dalla Camera. La norma resta nella stessa stesura della commissione Affari costituzionali di Montecitorio, che aveva deciso di abbassare l'età per l'elettorato passivo di Palazzo Madama dagli attuali 40 a 25 anni. Respinto a sorpresa l'emendamento della Cdl che puntava a far tornare l'elettorato passivo per il Senato federale a 40 anni.
RESTA 5 ANNI DURATA LEGISLATURA: La Camera è eletta per cinque anni. La legislatura potrà essere prorogata solo in caso di guerra. In particolare, l'articolo 60 della Costituzione modificato dall'Assemblea di Montecitorio, prevede: «La Camera è eletta per cinque anni e non può essere rinnovata. I senatori eletti in ciascuna regione rimangono in carica fino alla data della proclamazione dei nuovi senatori della medesima regione. La durata della Camera e dei Consigli regionali non può essere prorogata se non per legge e soltanto in caso di guerra. Con la proroga dei Consigli regionali sono prorogati anche i senatori in carica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO