Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 21:45

GDM.TV

SCHEDA - Il pedaggio ombra

ROMA - Gioverà sensibilmente ai conti dello Stato l'applicazione del cosiddetto "pedaggio ombra" (shadow toll, in inglese) in quanto permetterà all'Erario di incassare 3 miliardi di euro e di garantire gli investimenti necessari senza avere effetti negativi sul debito nè sul disavanzo pubblico. Si tratta di un meccanismo che è molto utilizzato nei paesi anglosassoni: l'esempio più eclatante è l'autostrada inglese tra Newcastle e Carlisle, progettata, costruita, finanziata e gestita da operatori privati vincitori di una gara che rientrano dall'investimento attraverso proprio i pedaggi-ombra.
Come sarà applicato sulle strade statali in Italia? Innanzitutto, non dovrebbe cambiare nulla per gli automobilisti. Questo perchè, secondo le intenzioni del governo, è un'operazione che non richiederà alcun pagamento ai cittadini. Il meccanismo è semplice: il Tesoro cederà a Infrastrutture spa (l'Ispa), controllata direttamente, circa 1.500 Km. di strade statali. Per coprire almeno in parte l'investimento, la società si vedrà pagare dallo Stato una sorta di «affitto» della strada calcolato in base al traffico effettuato. Ciò non comporta alcun esborso da parte degli utenti, ma è anche vero che lascia carta bianca alla società acquirente di poter istituire dei pedaggi qualora lo stato in futuro sospenda il pagamento di questa tariffa-ombra.
Ma c'è di più: secondo la recente decisione dell'Eurostat, se l'asset è classificato nel bilancio dello stato, la spesa iniziale in conto capitale fa registrare un impatto negativo sul deficit statale. Viceversa, se l'asset è considerato fuori bilancio dello stato, le relative spese in conto capitale, che sono invece sostenute dal partner privato, non incidono nè sul disavanzo nè sul debito pubblico. Dal momento che a Infrastrutture spa verranno cedute le strade sia in esercizio sia in costruzione, e non essendo una società all'interno della pubblica amministrazione e quindi fuori dal bilancio dello stato, le spese di manutenzione e di realizzazione non andranno a inficiare l'equilibrio dei conti ai fini del 3% come obiettivo del rapporto deficit/pil.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive