Giovedì 13 Dicembre 2018 | 02:10

GDM.TV

Annuncio via web: «Bigley sarà liberato»

IL CAIRO - Il gruppo Tawhid wal Jihad (monoteismo e Guerra Santa), capeggiato dal giordano Abu Musab Al Zarqawi, «libera il prigioniero e gli salva la vita come debito a vita, e avverte tutti quelli che cooperano con l'aggressore, qualunque sia la forma di questa collaborazione, affinché lascino immediatamente il paese altrimenti conosceranno la stessa sorte dei suoi predecessori, cioè lo sgozzamento. Che nessuno ci condanni per questo» E' l'inizio di un comunicato diffuso stasera sul sito web AlQalah.com per annunciare che sarà presto rimesso in libertà Kenneth Bigley, l'ostaggio britannico rapito il 16 settembre a Baghdad, insieme con i due americani Eugene Armstrong e Jack Hensley, ai quali non è stata salvata la vita. Le immagini delle loro decapitazioni - le esecuzioni sono avvenute rispettivamente il 20 e il 21 settembre - sono state diffuse nei giorni scorsi sul web ed era anche circolato l' annuncio che Bigley avrebbe seguito lo stesso destino.
«Che la sua liberazione sia un messaggio chiaro al popolo britannico - è scritto nel sito web - e un appello perché si renda conto dell'incapacità del suo governo e del suo crimine di non liberare le prigioniere (in Iraq) in cambio della vita del loro figlio». Il governo di Londra - prosegue il comunicato - «ha confermato così l'indifferenza per la vita dei suoi figli e la sua insistenza a continuare il suo crimine in Iraq seguendo così il criminale Bush, che si disinteressa della vita umana, compresa quella del suo popolo, che ha mandato a morire in Iraq per servire il sionismo e i suoi obiettivi».
«Il prigioniero - afferma ancora Tawhid wal Jihad - ha esortato e supplicato il suo governo per essere liberato, ma la risposta del governo è stata di desistere dalla responsabilità morale che gli è sempre mancata. Il prigioniero e la sua famiglia hanno allora esortato i leoni della jihad perché avessero pietà di lui e della sua debolezza e ha chiesto giustizia all' Islam».
«Per accentuare l'umiliazione del governo britannico e del suo esercito - conclude il comunicato - il comando di Tawhid wal Jihad ha deciso di risparmiare Bigley e la sua famiglia e il popolo britannico, offrendogli la vita e gli ha risparmiato la punizione che meritava per aver aiutato i criminali che hanno ucciso il popolo iracheno in numero che non si può contare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive