Giovedì 17 Gennaio 2019 | 20:41

GDM.TV

L'origine di Minervino Murge

Sofia, pastorella di bell'aspetto, ci piace immaginarla bruna, occhi dolci. Mentre pascolava le pecore nei prati dove sorge l'attuale Minervino fu notata da un soldato romano reduce dalla battaglia di Canne (216 a.C.). Il milite ebbe il classico colpo di fulmine e, detto fatto, impalmò la ragazza sposandola in un tempietto dedicato a Minerva. Così la leggenda sulla nascita di Minervino. Invece la storia, documentata da ritrovamenti archeologici (frammenti di ceramica) nelle contrade di "Lamamarangia", "Torlazzo", "Casale" e "Madonna del sabato", afferma che un nucleo abitativo già esisteva intorno al II millennio a. C.
Un altro complesso di case, probabilmente in pietra, si trova lungo l'impluvio che scende dalle Murge, denominato "Matitani" (dal greco matateo, scorrere). I Romani in ogni caso, a Minervino ci sono stati effettivamente e ciò è testimoniato da due iscrizioni funerarie del II secolo d.C. e ai resti di una fattoria romana d'età tiberiana.
In documenti dell'alto medioevo si ritrova la menzione "Loco Minerbe" e di una "Spelonca del Salvatore", non lontano da "Minerbine" o "Minerbino". Insomma Minerva non c'entra nulla e il nome del paese deriva da "mons erbinus", cioè monte erboso, da pascolo.
La città fu appetita e quindi occupata da bizantini, normanni, da vari
feudatari, il primo dei quali fu Rainfrido Altavilla, seguirono il crudelissimo
Giovanni Pipino che rafforzò il castello, ma non gli bastò per essere scacciato da Raimondo del Balzo e giustiziato ad Altamura nel 1357 dal principe Roberto.
Lunga la serie degli altri feudatari ognuno dei quali, come usava, prendevano e
non davano tanto che Minervino, spremuta come un limone, divenne uno dei feudi più poveri del contado. Gli ultimi feudatari furono i Tuttavilla.
Fu nella famiglie borghesi (De Deo, Epifani, Tedeschi) che si formò quello spirito giacobino decisivo per portare avanti gli ideali illuministici e rivoluzionari. A Napoli, per questi principi Emanuele De Deo, fu giustiziato nel 1749.
v.stagn.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraqun consuntivo dell'impegno fuori area

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraq
un consuntivo dell'impegno fuori area

 
Con "ToroTen" si corre per beneficenzaBarletta, il 27 gennaio la gara più cool

Con "ToroTen" si corre per beneficenza
Barletta, il 27 gennaio la gara più cool

 
Gestivano prostitute dal carcere in Francia: vicino alla banda anche sacerdote

Gestivano prostitute da carcere in Francia: vicino a banda anche un prete

 
Neglia e Floriano firmano la rimontaecco le immagini dei gol del Bari

Neglia e Floriano firmano la rimonta
ecco le immagini dei gol del Bari

 
Violenze e minacce a bimbi autistici: arrestate 4 educatrici a Noicattaro

Violenze e minacce a bimbi autistici: arrestate 4 educatrici a Noicattaro VD

 
Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

 
San Cataldese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

San Cataldese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, rivedi la diretta

 
Novità per Daniele Lanave, Raissa incontra Mad Dopa, la Gae Campana Band canta il Gargano di Andrea Pazienza

Novità per Daniele Lanave, Raissa incontra Mad Dopa, la Gae Campana Band canta il Gargano di Pazienza

 
Il presidente si racconta in tv su Rai2"Il Bari? Per me è una nuova fede calcistica"

Il presidente si racconta in tv su Rai2
"Il Bari? Per me è una nuova fede calcistica"

 
Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio

Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio