Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 08:40

GDM.TV

i più visti della sezione

Gaza, continua lotta sotterranea fra fazioni armate palestinesi per la nuova spartizione del potere

GERUSALEMME - Continua a Gaza, sotterranea, la lotta fra fazioni armate palestinesi in vista della nuova spartizione del potere che comporterà l'annunciato ritiro israeliano dalla Striscia, previsto per il 2005.
Uno dei principali gruppi armati di Gaza, i 'Comitati di Resistenza Popolare' (Crp), ha accusato oggi il capo dei servizi segreti militari palestinesi, il generale Mussa Arafat, cugino del presidente dell'Anp Yasser Arafat, di avere cercato di fare assassinare il proprio leader, Muhammad Nashabat, alias Abu Asef. Un portavoce dei Crp ha detto oggi ai cronisti che dopo avere ricevuto informazioni su un possibile attentato contro Nashabat, le Brigate dei martiri di Jenin, il braccio armato dei Comitati, hanno rapito la settimana scorsa per 'interrogarlò Ahmed Salmi, un comandante dei reparti investigativi dei servizi segreti militari palestinesi, di cui è capo Mussa Arafat.
L'uomo, stando al portavoce, ha confermato di avere ricevuto l'incarico di eliminare Nashabat. Stando alle 'rivelazionì del responsabile degli 007 militari, sarebbero stati previsti tre scenari per l'uccisione del leader dei Crp. Il primo prevedeva di avvelenare le galline e le capre della piccola fattoria di Abu Asef: quando questi fosse arrivato a controllare le ragioni della morte degli animali, avrebbe dovuto essere ucciso con una bomba telecomandata. La seconda ipotesi prevedeva di fare esplodere l'ascensore di casa di Nashabat, e la terza di rapirne il figlio per ottenere la spontanea resa del padre.
La vicenda, resa pubblica dal quotidiano Jerusalem Post, è una ulteriore conferma della situazione di tensione permanente fra le fazioni palestinesi a Gaza.
Nei giorni scorsi Mussa Arafat, in una intervista al quotidiano arabo pubblicato a Londra Asharq Al-Answat, aveva accusato Nashabat di essere «un trafficante di droga e un uomo ignorante».
In luglio le Brigate dei martiri di Jenin comandate da Nashabat avevano dato il via al movimento di rivolta contro i «corrotti» dell'amministrazione palestinese con il rapimento dell'allora capo della polizia nella Striscia Ghazi Jabali, che aveva aperto una crisi politica in seno all'Anp e innescato uno scontro fra Yasser Arafat e il premier Abu Ala, poi rientrato.
Le Brigate dei martiri di Jenin e le Brigate Al Aqsa, il gruppo armato vicino a Al Fatah di Arafat, avevano chiesto riforme contro la corruzione. Mussa Arafat era stato fra l'altro duramente contestato dai gruppi armati di Gaza, che l'avevano definito «simbolo della corruzione» endemica in seno all'Anp.

Francesco Cerri

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia