Giovedì 13 Dicembre 2018 | 01:05

GDM.TV

L'impianto di rigassificazione

L'insieme delle attività portuali e degli impianti di stoccaggio e rigassificazione del GNL proposto a Taranto dalla società spagnola Gas Natural SDG S.A. potrà sorgere tra Punta Rondinella ed il molo polisettoriale, in area dell'Autorità Portuale adiacente allo yard ex Belleli.
L'impianto è progettato per garantire una capacità di rigassificazione pari a 8 miliardi di metri cubi l'anno ed è costituito essenzialmente da un'opera di attracco e di scarico delle navi metaniere, pontile di collegamento, due serbatoi di ricezione del gas naturale liquefatto (GNL) da 140000 metri cubi ciascuno, unità di rigassificazione, impianti ausiliari, gasdotto di collegamento alla rete nazionale.
La stima dell'investimento, pari a 600 milioni di euro, prevede come voci principali la costruzione dei serbatoi di stoccaggio (circa 112 milioni di Euro) ed il pontile d'attracco (150 milioni di Euro).

Si prevede che l'impianto e le opere accessorie vengano realizzati con un programma serrato di costruzione con una durata variabile dai 1100 ai 1700 giorni lavorativi e quindi la messa in esercizio potrebbe avvenire entro il 2008.
Il trasporto del gas naturale liquefatto (GNL) al terminale di rigassificazione sarà effettuato mediante navi metaniere. Una volta ormeggiata la metaniera, il GNL sarà prelevato mediante appositi bracci di carico e trasferito nei serbatoi criogenici a terra.
Attualmente si è in fase di procedimento per la richiesta di autorizzazione che avviene ai sensi della Legge 340/2000, mediante richiesta al ministero Attività produttive, mentre, in parallelo, il ministero dell'Ambiente valuta lo studio d'Impatto ambientale. Le determinazioni dei due ministeri confluiranno nella Conferenza dei servizi, previsto per il prossimo 30 settembre, per la pronuncia definitiva da parte del Consiglio comunale di Taranto.
Un procedimento di valutazione autonoma sarà avviato, intanto, dal Comitato Tecnico Interregionale per effetto del Decreto legislativo 334/99, la cosiddetta Direttiva "Seveso II".
La concezione tecnologicamente avanzata ed affidabile dell'impianto - fanno sapere i tecnici impegnati nella progettazione del rigassificatore - costituisce una sicurezza intrinseca nei confronti di qualsiasi incidente ipotizzabile.
Il terminale GNL può, inoltre, rappresentare un'importante risorsa energetica per lo sviluppo di molteplici settori. Non solo in termini di disponibilità di un combustibile pregiato, qual è il metano, ma anche per le opportunità di sfruttamento dell'energia criogenia, legata al cambiamento di fase del GNL nel processo di rigassificazione.
L'utilizzazione, in cascata, di questa energia può dare un impulso alle attività produttive locali con un'interessante prospettiva d'inserimento nei settori della ricerca applicata, della produzione industriale e del commercio. Il "freddo", infatti, prodotto dall'impianto può essere opportunamente utilizzato con una sostanziale convenienza di tipo economico ed ambientale. Esso, infatti, potrebbe contribuire ad innescare processi di creazione o di mobilità di imprese nelle aree adiacenti al terminale.
Gli studi di fattibilità effettuati portano, infatti, a risultati di grande interesse sia in termini di numero di addetti che di qualità occupazionale, particolarmente nei settori a tecnologia avanzata.
Tali settori, infatti, consentono di generare un valore aggiunto più elevato in tutta la filiera dei processi produttivi. Gli studi nel settore prevedono che attorno ad ogni nuovo posto di lavoro hi-tech che viene creato se ne creano in media altri tre-quattro con qualifiche meno elevate nel campo di servizi alle imprese, quali la manutenzione, i trasporti o le costruzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive