Domenica 16 Dicembre 2018 | 19:03

GDM.TV

Il Sismi convinto che le due Simona sono vive

ROMA - Tanti contatti attivati dal Sismi per arrivare al gruppo che ha rapito Simona Pari e Simona Torretta a Baghdad. La convinzione degli uomini dell'intelligence è, comunque, che le due italiane siano vive. Lo ha riferito, secondo quanto si apprende, il direttore del Sismi, Nicolò Pollari, nel corso di una audizione oggi al Copaco.
Nell'audizione, Pollari ha aggiornato i componenti del Copaco sugli sviluppi riguardanti il rapimento delle due ragazze italiane. L'impegno del Sismi, ha spiegato il direttore, è intenso e non tralascia alcuna strada; diversi gli interlocutori contattati nella speranza di arrivare al gruppo che ha in mano gli ostaggi.
Il direttore del Sismi avrebbe poi espresso scetticismo sull'autenticità del messaggio via internet attribuito ad Al Zarqawi che smentirebbe di avere in mano le due Simone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia