Martedì 11 Dicembre 2018 | 08:26

GDM.TV

i più visti della sezione

Reportage - Il vento e il deserto rosso del Marocco

Ma il progresso arriva anche fra le dune: presso Ouarzazate sorgono gli Studios Atlas, studi cinematografici dove sono stati girati numerosi film di successo. Tutta da scoprire la Valle delle Mille Kasbe. Nella foto, un tuareg
Il Marocco è una terra da mille ed una notte e lo si raggiunge partendo da Milano, Roma e Bologna (Royal Air Maroc, è la compagnia di bandiera) in direzione di Ouarzazate, via Casablanca. All'aeroporto di Ouarzazate si può noleggiare un'auto a 40 Euro al giorno. Poi, cinque ore di auto o fuoristrada attraverso il deserto per raggiungere Erfoud e poi Merzouga, lungo la cui strada si trova la nuova struttura del Kasbah Hotel Said , dove Monsieur Brahim, il proprietario, accoglie gli ospiti con tutta la cordialità e l'ospitalità tipiche di questo bellissimo paese. L'hotel può essere il punto di partenza per scoprire tutta la regione di Erfoud, tra le più belle del Marocco, con uno stupendo panorama sul palmeto, che cambia colore con il vento, e il rosso deserto.
I dintorni di Erfoud e tutta la strada delle Kasbe, tra Ouarzazate e Erfoud sono tutti da scoprire. Per esempio, Ouarzazate è una città nuovissima eppure antica, colorata di ocra, di un viale centrale largo a dismisura, incorniciata da paesi delicati e selvaggi, la versione africana di Shangri-la dove tutte le faccende e la vita stessa assumono un tono diverso, rilassato, pacifico, possibile, dove si respira già un'atmosfera che preannuncia il deserto, le notti stellate, l' incommensurabile silenzio.
E poi, per gli appassionati di cinema si possono visitare gli Studios Atlas, una Hollywood nata di recente nel deserto, dove sono state girate numerose produzioni di successo.
Le kasbe di Taourirt, alle porte della città di Ouarzazate, e di Ait Benhaddou, distanti una trentina di chilometri, sono considerate tra le più belle di tutto il Paese. La valle delle Mille Kasbe è veramente da non perdere. Si parte costeggiando un lago artificiale per arrivare al palmeto di Skouraa e ad una serie di granai collettivi o oasi di montagna e villaggi fortificati, tra datteri, rose e palme.
Numerosi e stupendi gli itinerari possibili: dalla Valle del Draa alle Gole del Dadès (un canyon di un centinaio di chilometri scavato fra l'Alto Atlante e il Gebel Saghro Jbel Sarhro) o ancora le profonde Gole del Todra, vertiginoso intaglio roccioso, di 300 metri di altezza e appena venti di lunghezza. A nord di Rachidia bellissima la sorgente naturale, blu di Meski, e le Gole del Ziz.
La Via delle 1000 kasbe è un percorso che si addentra nell'anima più intima e profonda del Paese. Durante l'anno è possibile assistere a feste tradizionali come la festa dei fidanzati che si svolge a Imilchil, un villaggio di montagna, nel cuore dell'Atlas, a fine agosto, un moussem durante il quale le giovani coppie si fidanzano, e il Moussem delle rose che si svolge tra aprile e maggio a Keela des Mgouna, (villaggio a 50km da Erfoud) nella valle del Dadès e celebra la fine del raccolto dei profumati petali di rosa con canti e balli.
T. Mic.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca