Sabato 15 Dicembre 2018 | 11:09

GDM.TV

La «Notte Bianca» dei 300 avvenimenti culturali

ROMA - E' cominciata con il grazie ai romani della madre di Simona Torretta per la solidarietà dimostrata alla figlia rapita in Iraq, è proseguita con la speciale dedica del sindaco Walter Veltroni ad una ex deportata di Auschwitz, la Notte Bianca, che si è snodata lungo 300 avvenimenti culturali, tutti gratuiti, e che, secondo il sindaco, «hanno annullato, specie tra i giovani, la differenza tra chi può e un ragazzo meno abbiente, facendo di questo evento la più grande manifestazione culturale in Europa».
Dalla periferia al centro, da Cinecittà alla terrazza del Pincio, dove un concerto jazz ha chiuso all'alba la manifestazione, due milioni di persone hanno applaudito gli spettacoli e i concerti, come quello dei Burning Spirit ai Giardini della Colonna Traianea, di Mtv alla stazione Termini e di Carillon a San Giovanni, di Morricone in Campidoglio, del Cirque du Soleil, che in piazza di Spagna ha richiamato 50.000 spettatori, del tetro estremo del Kitomb che si sono esibiti a San Giovanni. In migliaia hanno affollato piazza Augusto Imperatore, dove sono stati proiettati due film documentari su Alberto Sordi ed Anna Magnani.
Altre migliaia di persone hanno fatto la fila per visitare musei, gallerie e biblioteche, ma anche per entrare nella Sinagoga.
Per tutta la notte da ogni luogo d'appuntamento si sono diffusi messaggi di solidarietà: un gazebo della neonata associazione «Handicap dopo di noi», in piazza Navona, ha diffuso informazioni sugli scopi dell'associazione stessa, mentre un pulmino ha trasportato alcuni disabili che, in diretta con due radio private, hanno visitato i vari luoghi di incontro della Notte Bianca, lanciando un messaggio di speranza, che è stata anche una constatazione di ciò che hanno visto. «Questa città è accessibile», ha detto la delegata del sindaco per l'handicap Ileana Argentin. La Camera di Commercio ha reso nota l'entità del fondo di solidarietà raccolto tra i clienti dei supermercati Sma per offrire una tenda a 60 persone senza casa: 35 mila euro versati dal 23 agosto al 18 settembre.
Per tanti è stata anche l'occasione di sperimentare cose nuove, di vivere emozioni sconosciute. Una giovane detenuta nomade di Rebibbia ha visto per la prima volta in vita sua un film, in una proiezione organizzata organizzata nel penitenziario proprio in occasione della Notte Bianca. «Non credevo - ha detto - che un film fosse così bello».
E dal popolo dei penitenziari, la solidarietà è uscita dalle grate con l'augurio di divertirsi a chi stava fuori e partecipava alla Notte Bianca. Riccardo, di 44 anni, detenuto a Regina Coeli, assieme ai suoi compagni ha assistito ad uno spettacolo di comici dell'Ambra Jovinelli ed ha detto che se fosse stato fuori avrebbe fatto tante cose, come fare compere nei negozi aperti, ma anche andare a vedere gli spettacoli. Ed ha sperato che i suoi figli, che non sanno che lui è in carcere, ma lo credono in Germania, si potessero divertire con gli altri ed essere contenti. Lui era contento che quei comici fossero andati a trovarlo immaginandosi la città così come lui la immaginava, e lo era, in questa notte particolare: «Piena di gente e di luce».
Tra un appuntamento e l'altro i romani, ed i tanti turisti italiani e stranieri, che la scorsa notte sembravano romani anch'essi, hanno riscoperto la bellezza della loro città, ma per molti è stato come vederla per la prima volta. Una signora che abita all'Eur, ma che la notte l'ha trascorsa a piazza Venezia, ha detto: «Oggi Roma è vestita a festa».
Man mano che la notte trascorreva la città è rimasta praticamente in mano ai giovani e giovanissimi, molti dei quali sono quelli che per la prima volta hanno avuto il permesso dai genitori di «stare fuori tutta la notte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori