Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 06:02

GDM.TV

i più visti della sezione

Sequestrati 15 soldati della Guardia Nazionale Irachena

IL CAIRO - Un gruppo armato che si chiama «Le Brigate di Mohamed Ibn Abdallah» ha dichiarato di aver sequestrato 15 soldati della Guardia Nazionale Irachena, minacciando di ucciderli entro 48 ore se la polizia irachena non rilascerà Hazem Al Araghi, membro dell' ufficiPdel leader shiita Muqatda Al Sadr. Lo ha detto la tv del Qatar Al Jazira, mostrando le immagini dei 15 sequestrati e di alcuni sequestratori.
Nelle immagini trasmesse da Al Jazira, appaiono prima i documenti di identità dei sequestrati, allineati sul pavimento, poi tre sequestratori mascherati, che imbracciano kalashnikov. Segue una panoramica sui soldati inginocchiati a terra e con le mani legate dietro la schiena. Alcuni di essi sono in tute mimetiche, altri con abiti vari ed alcuni sono appoggiati ai loro vicini, come se siano tanto stanchi da non reggersi sulle ginocchia.
L'annunciatrice di Al Jazira ha citato il gruppo - che sembra comparire per la prima volta - ed ha letto il comunicato che è stato diffuso insieme al video. Nella panoramica appare anche un altro sequestratore - sempre in mimetica e armato - e poi altri soldati inginocchiati. Le immagini terminano prima che siano inquadrati tutti e 15 i sequestrati.
A quanto hanno riferito alcuni familiari, Hazem al Araji, dirigente del movimento del leader radicale sciita Moqtada al Sadr, è stato arrestato insieme a suo fratello all'alba di oggi dalla Guardia nazionale irachena nel quartiere di Kazimiya, nella parte nord occidentale di Baghdad.
Testimoni che hanno assistito all'arresto hanno detto che all'operazione hanno collaborato dei militari americani, che hanno lanciato granate paralizzanti e forzato le porte delle abitazioni dei due fratelli.
Secondo quanto ha affermato Naim al Qaabi, capo dell'ufficio di Moqtada nel popoloso e povero quartiere sciita di Sadr City, «la sola colpa dei due arrestati era quella di appartenere al movimento di Moqtada Sadr». «Ogni qualvolta il negoziato con il governo sembra procedere più speditamente, alcuni decidono di intralciarlo», ha aggiunto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia