Venerdì 26 Febbraio 2021 | 11:33

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoArea a caldo
Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

 
BariAlla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 
MateraLa polemica
Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

 
FoggiaL'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

Nuovo video dell'orrore: decapitati tre curdi

DUBAI - Un altro video dell'orrore è arrivato oggi su Internet. Il cosidetto 'esercito di Ansar al Sunna', ritenuto legato ad Al Qaida, dopo aver annunciato con tracotanza di aver decapitato tre ostaggi curdi accusati di essere collaboratori degli americani, ha messo sul proprio sito le riprese dell'efferato assassinio. Si tratta di un video scolorito, quasi in bianco e nero, di cattiva qualità, registrato di notte. Ma le immagini non lasciano purtroppo dubbi: dapprima appaiono gli ostaggi, ripresi in primo piano, che dichiarano le generalità e mostrano delle cartelline, forse i propri documenti; hanno volti molto giovani, dai tratti che potrebbero essere indoeuropei e quindi curdi (e non semitici-arabi).
I tre sembrano aver capito ormai quale sia la sorte che li attende ed uno di loro trema davanti alla telecamera, gli occhi dilatatati dal terrore; poi la scena cambia e l'immagine si fa più sgranata, si vede la sagoma di un uomo che si china su tre corpi supini per terra, li sgozza e decapita ad uno ad uno, e poi posa sui loro tronchi ormai immobili le teste mozzate e sanguinanti, dopo averle mostrate all'obiettivo. L'ultimo dei tre sventurati si dimena e cerca di sottrarsi alla lama del suo aguzzino, ma non vi è nulla da fare: è questa la sentenza decisa dai terroristi.
I tre, presi in ostaggio a Taji (nord di Baghdad), «sono - recita un comunicato dei sequestratori, apparso sullo stesso sito - militari del Partito democratico del Kurdistan (Pdk) traditore e sono originari di Zakho, città al confine con la Turchia».
«Dopo gli interrogatori e le necessarie verifiche -prosegue il proclama - abbiamo proceduto all'applicazione della giustizia divina e i tre uomini sono stati decapitati. I loro corpi sono stati successivamente abbandonati sulla strada che porta a Mossul (nord)», aggiunge. Inizialmente, sulla rete, erano apparse solo le foto dei cadaveri decapitati. Poi, però, come promesso nel messaggio di rivendicazione, è arrivato il video. L'«esercito di Ansar al Sunna» non è nuovo a simili efferatezze: il 31 agosto aveva assassinato, sempre sotto l'obiettivo di una telecamera, 12 nepalesi presi in ostaggio e 'giustiziati' in quanto rei anche loro di essere collaboratori delle forze americane in Iraq.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400