Sabato 15 Dicembre 2018 | 13:28

GDM.TV

Positiva reazione, da Bruxelles, alla conclusione della lunga trattativa sui rinnovi contrattuali

BRUXELLES - Positiva reazione, da Bruxelles, alla conclusione della lunga trattativa Alitalia sui rinnovi contrattuali.
La commissaria ai trasporti e vice presidente della Commissione, Loyola de Palacio, si è felicitata dell'accordo raggiunto anche con gli assistenti di volo, dopo le intese già firmate con i piloti e il personale di terra, affermando che è prevalso «il senso di responsabilità».
«Il governo italiano mi ha comunicato la conclusione positiva dei negoziati tra la compagnia aerea Alitalia e le parti sociali», afferma de Palacio in una dichiarazione diffusa in prima mattinata a Bruxelles. «Prendo nota dell'accordo intervenuto, che costituisce un primo passo importante nel processo indispensabile di ristrutturazione di Alitalia per assicurare la sua esistenza. Mi felicito che sia prevalso il senso di responsabilità di tutti».
Al sentimento di sollievo, che si coglie nella dichiarazione di de Palacio, si accompagna anche la consapevolezza che la partita non è ancora chiusa. A Bruxelles ora si attende il piano industriale per il rilancio della compagnia.
«Spetterà ora alla Commissione pronunciarsi sulla ristrutturazione, dopo che i dettagli del piano ci saranno stati trasmessi dal governo italiano», scrive de Palacio.
Per ora, l'intesa con le parti sociali spiana la strada al prestito ponte di 400 milioni di euro, deciso in luglio dall'esecutivo europeo, che consentirà ad Alitalia di arrivare all'aumento di capitale che sancirà l'ingresso dei privati.
Il credito ponte, che era stato concesso sotto condizioni, «ora potrà essere mobilizzato», conferma la commissaria.
In luglio, la Commissione aveva concordato la concessione del prestito, affermando che avrebbe vigilato affinchè nessun aiuto supplementare alla ristrutturazione venisse accordato in favore di Alitalia «che ha già beneficiato di un aiuto nel 1997, sulla base del principio "one time last time"».
La Commissione aveva preso anche nota dell'impegno assunto dalle autorità italiane affinchè la partecipazione statale nel capitale Alitalia diventasse minoritaria (49%) in un periodo massimo di 12 mesi. Un impegno che, per de Palacio, garantisce che non ci sarà una ricapitalizzazione da parte dello Stato dopo la ristrutturazione.
Ora gli occhi sono puntati sul progetto di ristrutturazione industriale: domani il consiglio d'amministrazione di Alitalia, presieduto da Giancarlo Cimoli, esaminerà il nuovo piano 2005-2008, che dovrà passare al vaglio di Bruxelles, per verificarne la coerenza con la legislazione comunitaria sugli aiuti al settore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze