Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 06:34

GDM.TV

i più visti della sezione

Unione degli Studenti scrive a Ciampi: «La situazione peggiora, Presidente ci ascolti»

ROMA - «Tra tagli, scelte preoccupanti e politiche che mettono in pericolo la scuola pubblica italiana», la situazione, «purtroppo, continua a peggiorare».
L'Unione degli studenti, alla vigilia della cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico 2004-2005, si rivolge con una lettera aperta al presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, sottolineando le proprie preoccupazioni sul futuro della scuola e invitando il capo dello Stato ad «ascoltarli» perchè la scuola «deve cambiare» e «non può attendere oltre».
L'Uds denuncia una serie di scelte e situazioni non condivise: dai 20 mila ragazzi che - sostiene - non si sono iscritti al primo anno di scuola secondaria, all'eliminazione del fondo per l'edilizia scolastica, alla questione degli studenti stranieri.
«Signor Presidente - scrive l'Uds - quest'anno molti di noi non saranno più sui banchi di scuola perchè sono, per utilizzare il gergo ministeriale, 'dispersì, finiti non si sa dove (ovunque tranne che a scuola) per le decisioni di questo ministro e della sua maggioranza. La legge 53 del 2003, infatti - aggiunge - ha mandato in soffitta l''obsoleto' obbligo scolastico (che Lei ci insegna essere uno dei cardini della nostra costituzione) sostituendolo con un non meglio precisato diritto-dovere all'istruzione, scelta che ha di fatto determinato la mancata iscrizione al primo anno di scuola secondaria di oltre 20.000 ragazzi».
Gli studenti e le studentesse dell'Uds, prosegue la lettera, continuano poi «a denunciare le scelte operate negli ultimi anni con le leggi finanziarie, come l'eliminazione del fondo per l'edilizia scolastica proprio quando, alla fine di quest'anno, scadrà il termine (già prorogato anni fa) fissato dalla legge 626 per la messa a norma delle istituzioni scolastiche». E, aggiungono, «mentre si continua a regalare soldi alle scuole private, attraverso vari stanziamenti che solo per l'attuale anno scolastico ammontano a quasi 90 milioni di euro, le scuole pubbliche hanno visto prosciugarsi i propri fondi e, per far fronte a questa continua emergenza, hanno aumentato le tasse scolastiche che oggi sfiorano cifre sempre più insostenibili». Pertanto, sottolineano, oggi andare a scuola «costa caro: tra trasporti, tasse e contributi vari si spende più di mille euro». «A scriverLe oggi sono anche i tanti studenti 'stranieri' al centro di polemiche in questi giorni: per ultima la trovata delle 'quote', utile solo a coprire l'incapacità di questo governo a porsi il problema di un numero sempre maggiore di studenti con cittadinanza non italiana. La questione della laicità della nostra scuola deve essere ribadita insieme a quella dell'integrazione e del confronto tra culture». Secondo l'Uds, infine, «uno degli errori principali di questa maggioranza» è stato «proprio il mancato coinvolgimento di quanti la scuola la vivono quotidianamente, a partire dagli studenti e dagli insegnanti. La nostra scuola - concludono - deve cambiare, perchè, Signor presidente, la scuola italiana, quella che per mandato costituzionale deve rimuovere le differenze sociali di partenza di ciascuno di noi, non può attendere oltre. Ci ascolti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo