Lunedì 18 Gennaio 2021 | 02:41

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Rifiuti - Gli abitanti di Acerra non mollano: occupata scuola e stazione dei treni

ACERRA (NAPOLI) - «Non lasceremo l'istituto fino a che non saranno bloccati i lavori e sarà concessa una valutazione di impatto ambientale». Lo hanno detto gli studenti dell'istituto polispecialistico di Acerra (Napoli), che ieri hanno occupato uno dei quattro plessi del comprensorio, per protestare contro il termovalorizzatore.
Circa un migliaio i ragazzi che sono in agitazione, sebbene solo uno dei quattro istituti, il magistrale «Alfonso Maria De Liguori», sia attualmente occupato dagli studenti. «I motivi che hanno spinto noi studenti ad un atto tanto eclatante - hanno spiegato - sono un segnale chiaro del disagio che la città sta vivendo dal 17 agosto, quando 1200 tra carabinieri, polizia e guardia di finanza, hanno occupato militarmente il nostro territorio. Come studenti non possiamo far passare sotto tono lo strappo che il governo e le altre istituzioni hanno compiuto tra la città di Acerra, i suoi cittadini e la democrazia. Noi, come cittadini in primo luogo, e poi come studenti, non approviamo il metodo con cui vogliono imporre scelte dall'alto». «Ci sentiamo - hanno proseguito - parte integrante della lotta contro l'inceneritore, riteniamo sbagliato il piano smaltimento rifiuti della Campania che invece di poggiare sullo spirito del decreto Ronchi di riciclaggio, recupero, riuso dei materiali, poggia tanto sull'incenerimento dei rifiuti in nome di interessi economici, e pur di guadagnare non si preoccupano della salute dei cittadini. E' assurda la scelta di collocare un termovalorizzatore sul territorio acerrano già disastrato dal punto di vista ambientale».
Gli studenti si sono messi al lavoro e si stanno organizzando per documentarsi bene su tutta la questione rifiuti, ed annunciano altre iniziative. «L'occupazione dell'istituto, quale momento di formazione e sensibilizzazione, è solo un primo passo - hanno concluso - non rinunceremo alla lotta fino a che il nostro territorio sarà occupato militarmente, e non lasceremo l'istituto fino a che non saranno bloccati i lavori e sarà concessa una valutazione di impatto ambientale». Continua, infine, anche l'occupazione della locale stazione della Napoli-Caserta, dove vari gruppi di cittadini si alternano nei turni di notte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400