Giovedì 13 Dicembre 2018 | 15:28

GDM.TV

Parte subito la sfida fra Roma e Juventus

ROMA - Visti i pareggi delle milanesi negli anticipi di ieri, la prima giornata di campionato lancia subito la grande sfida tra Juventus (ha battuto il Brescia 3-0 fuori casa) e Roma, acerrime rivali che hanno cominciato la stagione vincendo rispettivamente contro Brescia e Fiorentina (gol del ritrovato Montella, che la dirigenza romanista avrebbe voluto mandare in prestito proprio a Firenze). Da notare che i giallorossi riescono a vincere nonostante l'ennesima "cassanata", visto che il n.18 si è resto protagonista dell'ennesimo gesto (pagato con l'espulsione) che poteva costare molto caro sia a lui che alla squadra.
Il fattaccio: al 46' Battibecco Chiellini-Cassano, l'attaccante della Roma mette le mani sul volto del difensore viola che finisce a terra e viene Cassano espulso.
Voeller ha garantito che domani parlerà a lungo con "Fantantonio", per il quale è possibile l'ennesima multa.
Ma oltre alla coppia che si dà battaglia fin dagli anni Ottanta, in testa c'è anche la grande novità delle isole: sono infatti Cagliari e Palermo, due matricole, le altre due squadre che oggi sono riuscite a vincere. I sardi lo fanno con un gol di Esposito (elemento che, se continua così, diventerà interessante anche in chiave Nazionale) su assist del solito Zola, più che mai "bandiera" della squadra del presidente Cellino. Il Palermo invece, spinto da un pubblico che già sogna la zona Uefa (e Guidolin si affretta a fare il "pompiere"), batte con una zampata di Toni un Siena troppo falloso e che tiene inspiegabilmente fuori elementi che, come Taddei, gli farebbero molto comodo.
Le prime polemiche arbitrali, dopo quelle del presidente di Lega, Galliani, sono targate Brescia e Udine. I due presidenti Corioni e Pozzo sono i principali accusatori di Trefoloni e Tombolini. Quest'ultimo, in effetti, quando capita con l'Udinese provoca sempre l'ira dei dirigenti friulani (e anche di Spalletti, a quanto si è visto anche oggi).
Spettacolare 2-2 fra Atalanta e Lecce, nel segno di uno Zeman il cui lavoro dovrebbe giovare molto ai tanti giovani della squadra pugliese. Tra i padroni di casa va subito in gol Pazzini, uno dei giovani più attesi del campionato, e si segnala come "maestro" illuminato Demetrio Albertini, che riesce anche a segnare con una precisa punizione.
Pareggio senza reti a Parma fra i padroni di casa e il Messina. La cosa che più fa notizia, oltre all'astinenza di Gilardino che continua dopo i due impegni con la Nazionale, è che gli emiliani, così come aveva promesso la nuova dirigenza, sono scesi in campo con la maglia crociata, quella dei vecchi tempi che da questa stagione è stata ripristinata, per la gioia dei tifosi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori