Lunedì 17 Dicembre 2018 | 16:22

GDM.TV

i più visti della sezione

Sismi: il corpo di Baldoni sarà restituito dopo che sarà chiusa la vicenda dei due giornalisti francesi

ROMA - Il corpo di Enzo Baldoni, il giornalista italiano ucciso in Iraq, sarà probabilmente restituito all'Italia ma solo quando la vicenda dei due ostaggi francesi nelle mani dell'esercito islamico sarà terminata. Ne è convinto il direttore del Sismi, il servizio segreto militare, Niccolò Vollari, che è stato ascoltato oggi per quasi 4 ore dal comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti in un'audizione dedicata proprio al rapimento e all'uccisio di Enzo Baldoni. Al termine dell'udienza il presidente del Copaco, Enzo Bianco, ha detto che per la restituzione del corpo del giornalista italiano «c'è una certa prudenza perchè ci sono ancora due ostaggi francesi vivi, potrebbe esserci quindi delle connessioni ed è bene evitare interferenze». Nella sua lunga audizione Vollari ha dunque ricostruito la vicenda legata al rapimento e all'uccisione di Baldoni che è stato ucciso il 26 di agosto e non subito dopo il sequestro. Inoltre, la trattativa per la liberazione dell'ostaggio era in corso e c'erano buone possibilità di giungere alla liberazione di Baldoni. Poi, qualcosa è successo, qualcosa che nessuno conosce, quello che lo stesso Bianco ha definito «un buco nero» che per il momento nessuno è stato in grado di chiarire. Una cosa però è emersa abbastanza chiaramente secondo Bianco: un eccesso di organismi che hanno trattato per la liberazione di Baldoni. Per questo il presidente del Copaco convocherà al più presto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta al quale chiederà di riferire sulle «responsabilità politiche sulla trattativa per la liberazione di Baldoni».
«Qualche volta - ha spiegato Bianco - abbiamo avuto la sensazione di possibili accavallamenti da parte di organismi diversi, non solo i servizi. E poi vorremmo capire di chi è la responsabilità politica del coordinamento, a chi spetta indicare chi tratta e chi no. Proprio per evitare accavallamenti che possono essere anche molto dannosi».
«D'altra parte - ha aggiunto Bianco - non possiamo escludere che un eccesso di trattative abbia procurato un danno e non è in grado di escluderlo il direttore del Sismi.
Chiunque abbia posto in essere quell'azione non concordata e non coordinata può aver fatto un danno».
Per Fabrizio Cicchitto di Forza Italia, il direttore del Sismi nell'audizione ha smentito la ricostruzione che parlava di una colluttazione di Baldoni con i rapitori ed ha affermato che sin dalla sera del 20 il Sismi si è preoccupato di capire cosa stava succedendo al convoglio della Croce Rossa. Quindi il parlamentare azzurro ha confermato che dopo il sequestro di Baldoni «effettivamente c'era stata una situazione che poteva indurre all'ottimismo, ma poi è accaduto qualcosa che non sappiamo». Massimo Brutti dei Ds, ha criticato il ministro della Difesa Antonio Martino che aveva parlato di un Baldoni ucciso all'inizio del sequestro.
«Martino - ha detto Brutti - farebbe bene a rettificare la sua errata valutazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano