Venerdì 26 Febbraio 2021 | 11:53

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoArea a caldo
Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

 
BariAlla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 
MateraLa polemica
Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

 
FoggiaL'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

Liberato un gruppo di 26 ostaggi

MOSCA- Un primo gruppo di ostaggi, 26 tra donne e bambini, è stato liberato dalla scuola di Beslan. Lo riferisce l'agenzia Itar-Tass.
Si tratta del primo gruppo consistente di persone rilasciate dai terroristi: probabilmente nel numero totale - reso noto dal gruppo operativo di emergenza costittuita sul posto - sono comprese anche le tre donne e i neonati usciti pochi minuti fa.
Tutti i rilasciati stanno relativamente bene, ma presentano forti segni di stress. Una donna e un neonato sono stati accompagnati in ospedale, ma non risultano essere feriti.
La liberazione è stata resa possibile dall'intervento del generale Ruslan Aushev, ex presidente della repubblica autonoma russa dell'Inguscezia, eroe della guerra in Afghanistan e attuale presidente di un'associazione di veterani russi.
Poco prima dell'uscita degli ostaggi si erano uditi almeno due colpi di lanciagranate dalla scuola: colpi che secondo quanto si è appreso poi i terroristi sparano contro chiunque si avvicini eccesivamente all'edificio senza il loro consenso.
Un altro dei mediatori indicato dai sequestratori, il presidente dell'Ossezia del Nord, Aleksandr Dzasokov, aveva affermato in precedenza di attendersi per il pomeriggio nuovi contatti con il commando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400