Martedì 18 Dicembre 2018 | 12:27

GDM.TV

i più visti della sezione

L'appello degli Ulema

IL CAIRO - Le tv arabe Al Jazira e Al Arabiya stanno trasmettendo in diretta un appello dell' Organismo degli Ulema (studiosi) musulmani di Baghdad per la liberazione dei due giornalisti francesi.
«E' la prima volta che l' Organismo degli Ulema musulmani indirizza un messaggio aperto e pubblico all' "Esercito Islamico", che detiene i due giornalisti francesi», ha detto all' inizio della dichiarazione il responsabile, Mohamed Bashar Al Faydy, che ha chiesto di «liberare gli ostaggi e non attaccare più qualsiasi parte al servizio gli occupanti».
«L'Organismo ha fatto ricorso alle catene satellitari - ha detto quindi - per parlare con la resistenza e con l' "Esercito Islamico", perché non ci sono canali diretti per dialogare con loro. E' anche la prima volta che l'Organismo fa una cosa del genere, data la gravità della situazione, e perché l'ultimatum scadrà ben presto».
«Uccidere i giornalisti - ha detto ancora Al Faydy - non è la soluzione adeguata a questo problema e a questa causa, perché la causa più importante è quella dell'occupazione dell' Iraq. Uccidere quindi i giornalisti non sarà per il bene della nostra causa e Dio ci ha ordinato di essere ragionevoli, cioè di aggirare l'occupazione politicamente. Se si uccidono i giornalisti, la nostra causa sarà persa. La Francia è stata dall' inizio contro l'occupazione dell'Iraq e se anche in quel caso la Francia stava tutelando i propri interessi, poiché questo era anche il nostro, perché perdere allora la Francia?» Rivolgendosi quindi all'Esercito Islamico, Al Faydy ha ricordato: «voi sapete che l'Organismo degli Ulema ha pubblicato un comunicato per condannare la legge contro il velo islamico, ma nello stesso tempo pensate a 6 milioni di musulmani in Francia che mettono la mano sul cuore e che temono le conseguenze dell' assassinio di questi due giornalisti».
In conclusione Al Faydy, dopo aver ripetuto che «la scadenza dell'ultimatum arriverà ben presto, ed è per questo che per prima volta l'Organismo ha utilizzato le catene tv», ha invitato l'«Esercito Islamico» a «liberare i due giornalisti francesi, a non attaccare qualsiasi gruppo al servizio degli occupanti, ed a salvaguardare gli interessi dell'Iraq».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina:
«Essere pugliese è un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto