Lunedì 17 Dicembre 2018 | 00:52

GDM.TV

Massacrati gli ostaggi nepalesi

IL CAIRO - Il sito del gruppo estremista islamico Ansar al-Sunna mostra una sequenza di foto con lo sgozzamento di un uomo, e molte altre immagini di undici corpi crivellati di colpi di arma da fuoco.
Alcune delle foto mostrano in sequenza e senza pietà la decapitazione di un uomo. Altre mostrano, a gruppi, corpi distesi a terra, con le camicie crivellate di colpi di arma da fuoco, insanguinate.
Lo stesso gruppo Ansar al-Summa aveva rivendicato sullo stesso sito il 20 agosto il rapimento di dodici nepalesi.
Il Nepal non fa parte della coalizione a guida americana che ha proprie truppe in Iraq.

Il comunicato degli assassini

IL CAIRO - «Noi lanciamo questo appello al governo nepalese ed ai suoi simili, tutte code del sionismo e del cristianesimo... quello che vedete è il destino di tutti gli agenti traditori, spioni, e non abbiamo paura di niente, tornate a casa con quello che resta invece di inviare resti nelle bare se ci sono resti di questi corpi maledetti...». Così si conclude il comunicato che precede le foto dei cadaveri di 11 nepalesi e dello sgozzamento di un altro, sul sito web dell'«Esercito di Ansal-al Sunnah». Il messaggio è firmato «i corpi militari dell'esercito di Ansar El Sunna-partigiani della sunna».
All'inizio del testo - intitolato «Comunicato del dipartimento militare sull'applicazione del giudizio di Dio sui nepalesi venuti dal loro paese per servire le forze della crociata accompagnato da video che illustra il loro sgozzamento» - si dice: «Grazie a Dio che dà la vittoria ai suoi schiavi credenti e salute e pace all'anima dell'emissario della spada tra le mani della nazione...
«Alla nostra nazione islamica, nell'est e nell'ovest del mondo... certamente la vendetta e lo sgozzamento dei nemici di Dio è la lingua della Jihad che il buon Dio ci ha imposto, è attraverso la Jihad che la nazione vive....».
«Gli Stati Uniti hanno consacrato oggi tutto quello che hanno e quello che hanno gli altri a combattere l' Islam e la sua nazione sotto il nome della guerra dei crociati; una guerra ostile che detesta tutti i musulmani perché non seguono la loro religione né i loro principi divini... ma è ancora lontano, ecco l'avanguardia dei combattenti che vediamo dovunque... e la guerra tra noi e questi vili è atroce... è la Sunna (tradizione ), che Dio ha imposto alle sue creature...». «E per questa ragione e per danneggiare i nemici di Dio e grazie a lui noi abbiamo applicato il giudizio di Dio contro 12 nepalesi venuti dal loro paese e grazie al loro dio Buddha per lottare contro i musulmani e servire gli ebrei e i cristiani, figli di scimmie e di maiali...».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia