Martedì 19 Gennaio 2021 | 20:09

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
TarantoLa denuncia
Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

I miliziani di Sadr iniziano a restituire le armi

NAJAF - Parte dei miliziani dell'esercito del Mahdi hanno cominciato a deporre, in appositi punti di raccolta, le loro armi, così come aveva ordinato il leader radicale sciita Moqtada Sadr. Altri però, secondo quanto ha constatato un giornalista dell'Afp, hanno lasciato il Mausoleo di Ali, dove si erano asserragliati per oltre tre settimane, con le armi nascosti in sacchi. «Non vogliono restituirle alla polizia o all'esercito iracheno», ha detto lo sceicco Ahmad Shaibani, portavoce di Moqtada Sadr.
Decine di migliaia di pellegrini sono intanto arrivati a Najaf: quasi tutti uomini, per lo più vestiti di bianco, si sono sottoposti pacificamente ai controlli della polizia irachena che, in check-point dislocati agli ingressi della città vecchia, controllavano che i nuovi arrivati non fossero armati. All'ingresso della moschea di Ali, grande emozione: i più si inginocchiavano per terra e baciavano il pavimento o il grande portone di legno chiaro del tempio islamico; altri inneggiavano slogan politici o religiosi ed alcuni innalzavano immagini del leader radicale sciita Moqtada Sadr.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400