Venerdì 22 Gennaio 2021 | 17:12

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl virus
Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
TarantoLa decisione
Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

 
HomeI dati
Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Pallavolo maschile: l'Italia in semifinale contro la Russia

ITALIA-ARGENTINA 3-1 (22-25; 25-22; 26-24; 28-26)

Italia: Mastrangelo 10, Vermiglio 3, Papi 12, Sartoretti 24, Cisolla, Simeonov ne, Pippi (L), A.Giani 11, Fei 14, Tofoli ne, Cozzi ne, Cernic 2. Allenatore: Montali.
Argentina: Milinkovic 20, Elgueta 12, Porporatto 12, Gutierrez, Ferraro, Spajic 12, Bidegain 4, Peralta, Darraidou 1, Patti, Meana (L), G.Giani 8. Allenatore: Armoa.
Arbitri: Ito (Giappone), Al Naama (Qatar).
Note - Attacchi vincenti: Italia 56, Argentina 58; muri vincenti: Italia 10, Argentina 11; servizi vincenti: Italia 3, Argentina 7; errori: Italia 28, Argentina 25.
Durata set: 24', 22', 24', 29'. Totale 1h39».
Spettatori: 8.100.

ATENE - I maschi della pallavolo azzurra riscattano la spedizione italiana ai Giochi, battendo l'Argentina e andando alla semifinale con la Russia, ultimo ostacolo verso la partita che assegnerà l'oro. Se Cuba era stato ieri un muro insormontabile per le ragazze di Marco Bonitta, tornate a casa con un quinto posto in condominio con le eliminate che sa di disfatta, l'Argentina è oggi il trampolino di lancio per le ambizioni del sestetto di Gian Paolo Montali.
Sognare si può, a questo punto, anche se nelle quattro Olimpiadi che hanno preceduto Atene, da Barcellona '92, il sogno è diventato incubo. Manca solo un trofeo all'Italia che ha vinto tutto ciò che c'era da vincere: e manca proprio l'oro più importante, quello olimpico. Impresa solo sfiorata dal sestetto guidato da un altro argentino prestato ai colori azzurri, quel Julio Velasco che mancò di un soffio l'ingresso nella storia nella maledetta finale di Atlanta '96, persa di un punto dall'Olanda.
Quell'argento è peraltro il miglior risultato di sempre, cui si aggiunge solo il bronzo di Los Angeles '84. Poco, troppo poco per lo squadrone che forse non è più quello degli anni 90 ma che è sempre parte dell'elite mondiale. Ora si può, si deve credere all'impresa, si deve sfatare un tabù che deve essere terribile, come lo fu per un mostro sacro come Andrea Gardini, una spina nel cuore di uno come Andrea Giani, ad Atene al suo quinto tentativo di entrare nell'Olimpo dei cinque anelli.
L'Argentina è lo spauracchio azzurro di queste olimpiadi: per crederci, basta chiedere ai ragazzi di Gentile, cancellati dalla finalissima del calcio con un 3-0 che non lascia discussioni aperte. E se nel basket il confronto col paese sudamericano ha visto l'Italia imporsi di un punto in una partita che era sembrata a perdere (impressione sbagliata, secondo Charlie Recalcati), va detto che si tratta pur sempre dei vicecampioni del mondo e che dovrebbe essere più facile per loro arrivare ai più alti livelli.
Averli battuti nella pallavolo è il segno che i conti tornano, per una squadra che fin qui ha perso solo dal fortissimo Brasile e dopo un tormentatissimo tie-break (31-33) e con la Russia, l'avversario che gli azzurri incroceranno in semifinale, in una partita dal valore più che altro simbolico e sempre al quinto set, 13-15. Sì, anche perchè è servita una reazione di carattere per averne la meglio, dopo una bruttissima partenza e un primo set perso senza mai essere capaci di avvicinarsi per davvero, dopo essere andati sotto di 3-8. A metà del tempo il gap era ridotto, ma mai a meno di due punti e il 22-25 finale ha fotografato perfettamente la situazione. Lo scatto d'orgoglio è però prontamente arrivato, complice l'ingresso di Giani che ha dato tranquillità: l'Italia ha chiuso la seconda frazione con un risultato perfettamente ribaltato, chiuso con una bomba di Mastrangelo che ha pareggiato i conti. Ed è proseguito con un magico terzo parziale: dopo aver sprecato tre set-ball ed essersi fatti impattare sul 24-24, gli azzurri hanno prima approfittato di un errore in battuta del formidabile servitore Leonardo Patti per poi fissare il 26-24 con una bomba di Giani.
Sartoretti, Fei, Mastrangelo, Papi hanno saputo arginare una strapotente Argentina, abile in battuta, a muro, soprattutto nel quarto e decisivo parziale, quando si è rivista quella sindrome che ha spedito a casa le ragazze. Ma stavolta è venuto fuori il carattere. Punto a punto, palla su palla, si è andati ai vantaggi, con tre set-point annullati ai sudamericani e poi il brivido su un muro apparso vincente degli argentini, analizzato attentamente dagli arbitri e poi giudicato fuori campo: 26-26. Servivano due palle messe a terra e sono arrivate, scongiurando così quel tie-break che fin qui ha detto male, a Montali come a Bonitta. Ora c'è la Russia, uno squadrone. Ma con questo cuore si può volare.

Risultati dei quarti di finale del torneo olimpico di pallavolo

Russia-Serbia/Montenegro 3-1 (29-27, 23-25, 27-25, 28-26)
Italia-Argentina 3-1 (22-25, 25-22, 26-24, 28-26)
Usa-Grecia 3-2 (25-20, 22-25, 25-27, 25-23, 17-15)
Brasile-Polonia 3-0 (25-22, 27-25, 25-18)

Programma delle semifinali (venerdì):
Russia-Italia (ore 18,30 italiane)
Brasile-Usa (ore 20,30)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400