Giovedì 13 Dicembre 2018 | 14:35

GDM.TV

Argentina troppo forte: 3-0 all'Italia

ITALIA-ARGENTINA 0-3

ITALIA (4-4-1-1): Pelizzoli 5, Bonera 5.5, Bovo 5.5, Ferrari 4.5, Moretti 5.5, Pinzi 6 (27' st Gasbarroni sv), De Rossi 4.5 (1' st Donadel 6), Palombo 5.5, Sculli 5.5 (1' st Del Nero 5.5), Pirlo 6.5, Gilardino 5.5. (1 Amelia, 13 Barzagli, 2 Chiellini, 17 Mesto). All.: Gentile 5.
ARGENTINA (3-3-3-1): Lux 6, Coloccini 5.5 (23' st Medina sv), Ayala 6, Heinze 6, L.Gonzalez 7, Mascherano 6, Kily Gonzalez 6 (38' Gonzalez M. 6), Rosales 6.5, D'Alessandro 6.5, Delgado 5.5 (9' st Rodriguez sv), Tevez 7.5. (1 Caballero, 3 Burdisso, 9 Figueroa, 7 Saviola). All.: Bielsa 6.5.
Arbitro: B.Archundia (Messico) 6. Reti: nel pt 16' Tevez , nel st 24' Luis Gonzalez, 3' Mariano Gonzalez.
Recupero: 1' e 3' Angoli: 8 a 2 per l'Argentina Note: ammoniti per gioco falloso Pirlo, De Rossi, Ferrari, Heinze e Medina per gioco falloso. Spettatori 31.000. In tribuna il presidente della Fifa, Sepp Blatter.

· I GOL *

16' pt: doppio triangolo in profondità Rosales-Gonzales, Moretti rimedia in angolo: la battuta di Rosales è un'innocente palombella a centro area, perfino col rimbalzello: sventatamente Ferrari di testa la trasforma in assist per la mezza girata al volo di destro di Tevez.
24' st: Tevez viene lanciato centrale e punta Ferrari, l'apertura su Luis Gonzalez è perfetta: il centrocampista del River con movenze alla Kempes caracolla in area e scarica il destro sotto l'incrocio dei pali.
39' st: Tevez scappa sulla destra inseguito a vuoto da Ferrari, di destro mette sul secondo palo un pallone rasoterra per il nuovo entrato Mariano Gonzalez che tutto solo fa il 3-0.

ATENE - Italia nettamente sconfitta nella semifinale del torneo olimpico di calcio. Gli azzurri di Claudio Gentile hanno perso 3-0 contro l'Argentina di Bielsa e adesso potranno puntare soltanto alla medaglia di bronzo in palio nella finale per il terzo e quarto posto, in porgramma il 27 agosto. A condannare Gilardino e compagni le reti di Carlos Tevez al 16' del primo tempo, di Luis Gonzales e di Mariano Gonzales (giocatore acquistato dal Palermo), rispettivamente al 24' e al 39' della ripresa. L'altra finalista è l'Iraq, che ha perso contro il Paraguay e affronterà l'Italia nella finale di consolazione.
L'Argentina è stata superiore e ha meritato la finale Olimpica. L'Italia, attaccata ai gol di Gilardino, la cui vena si è inaridita dopo una partenza sparata, ha lottato onorevolmente per oltre un'ora e adesso può sperare in un terzo posto. I sudamericani sono apparsi di un altro livello e il bellissimo gol di Tevez è arrivato dopo un quarto d'ora a gelare gli azzurri. Poi sono saltati fuori tutti i Gonzalez del mondo (ben tre, ma hanno segnato solo Luis e Mariano, non l'interista Kily) e hanno fissato il risultato sul tre a zero. La verità è che la squadra di Gentile ha perso prima di giocare perchè la condizione fisica, l'esperienza e -perchè no?- la classe degli avversari è apparsa superiore. Forse ci sarebbe voluto un Gentile, in difesa, e non il povero Ferrari, ingannato da un brutto rimbalzo e costretto a un pessimo colpo di testa che si è trasformato in un assist involontario per Tevez il quale, a mezza altezza, con un bel gesto atletico ha calciato senza scampo per Pelizzoli. E' stata, la sua, una sforbiciata potente di destro, un gran gol. Dopo 15' si è così concretizzata la tanto temuta superiorità dell'Argentina, una squadra che ha dimostrato di sapere sempre quel che fare del pallone.
Con Delgado (ben contrastato da Bonera) e Rosales (Moretti un po' in crisi) ben larghi sulle linee esterne; con D'Alessadro pronto a improvvisare bei colpi, passaggi smarcanti, tiri improvvisi; con Tevez sempre in agguato (il suo è stato il settimo gol «olimpico"); con un centrocampo molto ben articolato (Mascherano centrale, i due Gonzales ai suoi fianchi) e una difesa che ha potuto contare su un Ayala sempre ben posizionato e gli esterni Heinze e Coloccini che hanno concesso poco o nulla a Sculli (in difficoltà) e a Pinzi che si è comunque battuto; con tutto questo ben di Dio, l'Argentina ha meritato il vantaggio e poi la vittoria. Gilardino ha avuto due occasioni: non è arrivato su un traversone da destra di Bonera al 3' e ha trovato un tempestivo Lux su un suo tentativo rasoterra, dopo uno scatto bruciante su Ayala al 5'. I sudamericani hanno avuto almeno altre due palle-gol: Pelizzoli è stato molto bravo su una bomba di D'Alessandro (34') e ha fatto un autentico miracolo su un tiro di Kily Gonzales (36') e sulla replica di Tevez che però era in offside. Insomma, un primo tempo a senso unico. L'ingresso di Del Nero al posto di Sculli e di Donadel per l'impalpabile De Rossi ha dato forza al gioco offensivo degli azzurri che forse avrebbero meritato un penalty al 7', quando una bella manovra Del Nero-Pirlo, con apertura per l'arrembante Bonera sulla destra, è stata fermata con un aggancio sospetto di Ayala.
Del Nero al 13' ha impostato un'altra bell'azione sulla sinistra sfociata in un colpo di testa di Pinzi in tuffo alta. Quando al 24' L. Gonzalez se n'è andato centralmente e ha piazzato nell'angolo alto sulla sinistra il pallone del due a zero, si è capito che non c'era più nulla da fare. Il gol di M. Gonzales, appena entrato, dopo una bella azione di Tevez sulla destra, ha forse dato al risultato proporzioni esagerate. Gli azzurri adesso cercheranno di conquistare il terzo posto. Una medaglia di bronzo non è da buttare, dopo la brutta partenza. L'Argentina (5 vittorie, 16 gol fatti e zero subiti) è su altri livelli. Bisogna riconoscerlo serenamente.

Semifinali

Italia-Argentina 0-3
Iraq-Paraguay 1-3

Finale 3° e 4° posto

Italia-Iraq (venerdì 27, ore 19,30 italiane)

Finale 1° e 2° posto

Argentina-Paraguay (sabato 28, ore 9)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO