Sabato 16 Gennaio 2021 | 16:57

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

NewsweekLa novità
Da Alberobello arriva il «Maradona dei fornelli»: convocato nella nazionale cuochi

Da Alberobello arriva il «Maradona dei fornelli»: convocato nella nazionale cuochi

 
LecceIl caso
L'Alpino camminatore in giro per l'Italia fa tappa a Porto Cesareo: «Viaggio per sensibilizzare sulla sclerosi tuberosa»

L'Alpino camminatore in giro per l'Italia fa tappa a Porto Cesareo: «Viaggio per sensibilizzare sulla sclerosi tuberosa»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Materala ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 

i più letti

Finale amaro per giovane judoka greca caduta dal balcone

Per 17 giorni ha disputato il suo incontro più difficile, quello con la morte, ma oggi ha gettato la spugna. E' morta a soli 19 anni Eleni Ioannou
ATENE - Per 17 giorni ha disputato il suo incontro più difficile, quello con la morte, ma oggi ha gettato la spugna. E' morta a soli 19 anni Eleni Ioannou, la nazionale di judo greca che nella notte del 7 agosto si era gettata da un balcone del terzo piano dopo una violenta lita con il fidanzato, che dopo tre giorni aveva tentato anche lui di farla finita, volando giù dallo stesso balcone.
Il giovane, Ghiorgos Christodomidis, 24 anni, è ancora all'ospedale, ma le sue condizioni migliorano. Eleni, invece, non ce l'ha fatta ad uscire dal coma in cui era finita in seguito alle gravi lesioni - in particolare alla testa - provocate dallo schianto sull'asfalto.
Eleni Ioannou era una stella della nazionale greca di judo nella categoria over 78 chili, tre volte campionessa greca. Una grande speranza dello sport ellenico che alle quattro del mattino, a cinque giorni dalle Olimpiadi, è volata giù da un balcone della anonima periferia ateniese, a Perissos.
Inizialmente la polizia aveva sospettato un qualche ruolo di Christodomidis, ma dopo lunghi interrogatori l'aveva lasciato andare, orientandosi sempre più sull'ipotesi del suicidio. Quel che è certo è che poco prima del volo di Eleni, tra i due, che si trovavano a casa del giovane, c'era stata una violenta lite, anche se non è mai stato chiarito cosa l'avesse generata.
I parenti della ragazza hanno detto che in qualche occasione la giovane atleta aveva manifestato segni depressivi. Queste ipotesi sembra essere suffragata anche dalle parole del suo allenatore, Ghiorgos Mountakis, che aveva detto alla tv greca che Eleni soffriva di «problemi psicologici e relazionali tipici dell'adolescenza». Eleni era arrivata in ospedale con una frattura del cranio e diverse altre ossa rotte ed era stata giudicata dai medici in coma profondo, con pochissime speranze di ripresa.
Ioannou era judoka professionista da quattro anni, terza ai giochi balcanici del 2002, ed era stata sostituita nella nazionale olimpica di judo greca da Eleni Patsiou, di 22 anni, eliminata al primo incontro da un'avversaria francese.
Christodomidis era stato interrogato a lungo sull'incidente occorso a Eleni. Ma dopo averlo torchiato, la polizia lo aveva rimandato a casa. Dove il dolore - o forse un terribile rimorso - lo hanno spinto al gesto suicida. Secondo alcune fonti il giovane aveva problemi di droga, e forse questo elemento sarebbe stato la fonte del litigio nella notte del 7 agosto. Alcuni media greci hanno invece parlato di «gelosia patologica» di Christodomidis, che non avrebbe voluto che Ioannou andasse a vivere durante i Giochi al villaggio olimpico, per paura che conoscesse altri uomini.
C'è grande tristezza nella nazionale olimpica greca per la morte della giovane judoka. Se n'è fatto interprete Pyrros Dimas, portabandiera della squadra e uomo-simbolo dello sport greco, con le sue quattro medaglie olimpiche nel sollevamento pesi (tre ori e un bronzo): «Fin dall'inizio siamo rimasti sotto shock per questa vicenda - ha detto Dimas -. Nei nostri cuori c'era la speranza che ce l'avrebbe fatta. Speravamo in un miracolo divino. Eleni non ce l'ha fatta, ha perso sua gara più importante». Alla famiglia di Ioannou sono arrivate le condoglianze del leader socialista Ghiorgos Papandreou.
Patrizio Nissirio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400