Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 05:47

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Rigassificatore - Le reazioni del sindaco di Taranto

TARANTO - Sul rigassificatore le reazioni sono state abbastanza decise: proposta respinta al mittente da parte della generalità degli amministratori tarantini, forze politiche ed associazioni ambientaliste.
Improntate alla prudenza, chiedendo una pacata riflessione, sono state, invece, quelle provenienti dall'Assindustria ionica, attraverso il suo presidente Antonio Caramia.
Il Sindaco di Taranto, Rossana Di Bello, si dimostra completamente contraria a questo insediamento. Con una nota ufficiale, infatti, fa sapere, tra l'altro, «fermo restando che Taranto sarà presente a livello tecnico alla conferenza dei servizi al Ministero delle Attività Produttive, è legittimo e anzi necessario esprimere una valutazione politica, che non ha rilievo inferiore all'analisi tecnica.Dal punto di vista della Città, e prescindendo anche dalle problematiche ambientali che una tale realizzazione potrebbe aprire, ritengo che il rigassificatore proposto per Taranto sia un'ipotesi non collegabile alla nostra realtà».
«Se, infatti, - continua il sindaco - il nostro territorio fosse già interessato da impianti di produzione di energia (è la realtà di Brindisi, per fare un esempio vicino a noi), non avrebbero motivo di esistere tutte le perplessità che invece legittimamente si presentano alla nostra valutazione.
Di contro, il rigassificatore - che, ripeto, non ha agganci sostenibili con la realtà del nostro territorio - avrebbe probabilmente pesanti ripercussioni sull'immaginario collettivo, rischiando di rafforzare l'immagine di una città assediata dagli impianti industriali e quindi più che mai lontana dal poter legittimare un presente e soprattutto un futuro di sviluppo turistico e culturale. Insomma, i benefici che verrebbero dal rigassificatore sembrerebbero sproporzionati rispetto al danno d'immagine di cui soffrirebbe la città, per la quale, invece, abbiamo disegnato un futuro ben lontano dai fumi, dall'inquinamento, dall'invasione delle industrie a vantaggio dell'ambiente, della cultura, del turismo, delle potenzialità autentiche di questo splendido territorio».
«Sono considerazioni - conclude il sindaco - che emergono dall'approfondita analisi sviluppata sull'argomento già in passato, allorché un'altra importante realtà imprenditoriale individuò Taranto come sede di un analogo impianto del settore energetico: ci ritroviamo insomma ad affrontare, con sigle diverse e progetti analoghi, il medesimo argomento, su cui non possiamo che ribadire le nostre convinzioni e la nostra ferma intenzione a garantire alla nostra Città il futuro che riteniamo meriti e cui ha pieno diritto».
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400