Lunedì 25 Gennaio 2021 | 19:17

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
LecceL'iniziativa
«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Riparte il confronto politico per varare una manovra da 24 miliardi

ROMA - Riparte il confronto per mettere a punto la Finanziaria 2005: dopo gli incontri a Bruxelles del ministro dell'Economia, Domenico Siniscalco, tra domani e mercoledì sono previsti una serie di incontri a via XX settembre per tirare le fila di tutte le proposte arrivate.
Il nodo fondamentale è ancora quello della riduzione delle aliquote per le persone fisiche: si punterebbe ad un sistema a tre aliquote con un'aliquota massima in vigore solo l'anno prossimo. Ma il problema resta la copertura di questa misura che avrebbe un impatto (insieme a un'eventuale riduzione dell'Irap) di circa 12 miliardi portando il "peso" totale della manovra da 24 a 36 miliardi di euro, pari a 72.000 miliardi delle vecchie lire. Bisognerà vedere insomma come recuperare i fondi necessari e in particolare dove tagliare nell'ampio capitolo delle spese. A partire dai ministeri. Ma - rassicurava Siniscalco - «non toccheremo scuola, difesa e servizi».
Sul tavolo del ministro anche la richiesta di reintrodurre i ticket sulle ricette mediche. L'ipotesi è sostenuta da diversi ambienti della maggioranza che puntano anche su un effetto dissuasivo della misura. Ovvero, dovendo pagare, i cittadini ricorrerebbero meno a prescrizioni, se non necessarie, con un effetto benefico sui conti e sulle proprie tasche. Ma sono in molti a contestare la misura.
Resta poi da vedere tutto il pacchetto legato alla necessità di contenere gli effetti dell'inflazione importata attraverso il caro-petrolio e quali misure mettere in campo per sostenere le famiglie a reddito basso che hanno subito maggiormente l'effetto erosione sui propri redditi. Ma il ministro nei giorni scorsi ha frenato sull'ipotesi di metter mano alle accise sulla benzina: «Non risolverebbe i problemi: non credo che sia un problema di fiscalità, è una questione più grande di protezione dei consumatori. Una riduzione delle accise sarebbe un provvedimento già fatto in passato e destinato ad annullarsi, assorbito dalla catena produttiva». Mentre per il sostegno alle famiglie si punta con decisione al taglio delle tasse.
E' aperto anche il dossier "privatizzazioni" che, a partire dal prossimo anno, dovrebbe consentire un incasso di 25 miliardi l'anno, per abbattere il debito pubblico. Oltre alle grandi dismissioni c'è poi da mettere a punto il fondo immobiliare attraverso il quale sarà messa sul mercato una parte del patrimonio pubblico (scuole escluse, diceva qualche giorno fa il sottosegretario Maria Teresa Armosino) per un incasso stimato in oltre 4 miliardi di euro. Tra le ipotesi su cui lavorare, c'è anche quella avanzata tempo fa dal ministro del Welfare, Roberto Maroni, che è quella di concedere un bonus per i primi figli (dopo il bonus dal secondo in poi stabilito con la Finanziaria 2004) e, come indicato dal Dpef, alcune risorse potranno essere destinate alle giovani coppie in cerca di prima casa. Resta poi ancora la proposta di un bonus per le famiglie che tengono anziani in casa (proposta già avanzata lo scorso anno ma poi bocciata), mentre alcuni ipotizzano che il condono fiscale tombale possa essere esteso anche ai redditi 2003.
Si tratterà comunque - ha detto giorni fa Siniscalco - di una Finanziaria «equidistribuita» e «condivisa», «la scommessa è quella di coinvolgere la gente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400