Sabato 23 Gennaio 2021 | 03:00

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Atene 2004 - Le pallanuotiste sono in semifinale

ATENE - L'Italia della pallanuoto femminile batte 8-5 l'Ungheria e sbarca in semifinale, dove martedì prossimo incontrerà gli Stati Uniti. Dall'altra parte del tabellone è stata promossa invece la Grecia che ha sconfitto la Russia 7-4. Per le elleniche c'è ora l'Australia.
Non è stata certo una passeggiata per il Setterosa. Le azzurre hanno cominciato bene, chiudendo sul 2-1 la prima frazione e portandosi sul 3-1 all'inizio del secondo tempo. Le ungheresi hanno però tenuto botta e non si sono arrese. Approfittando delle lacune difensive aperte dalla seconda espulsione di Manuela Zanchi, si sono rifatte sotto, pareggiando i conti a 51 secondi dall'intervallo. Una botta di Silvia Bosurgi a sette secondi dalla sirena consentiva comunque all'Italia di andare al riposo in vantaggio di una rete.
Il rientro in acqua ha visto l'Ungheria ottenere un rigore dopo appena dieci secondi. Poi, a 3.15 dal termine della terza frazione, le magiare sono passate addirittura in vantaggio, con la prima marcatura del match in parità numerica. Un colpo da 'kò per qualsiasi squadra, ma non per l'Italia. Le azzurre hanno assorbito il colpo e sono ripartite. Un 4-0 parziale che ha chiuso l'incontro e ha fatto incassare il biglietto per le semifinali. Con la ciliegina del primo gol nel torneo di Giusy Malato.
Logicamente soddisfatto il ct azzurro, Pierluigi Formiconi.
«L'Ungheria», spiega al termine dell'incontro, «si è dimostrata una grande squadra, come sono anche gli Stati Uniti.
Sono tutte finali. Cerchiamo di andare più avanti possibile, anche se noi siamo venuti qui con un altro obiettivo che non voglio dire. Oggi abbiamo sbagliato qualcosa, ma tutte le ragazze hanno dato il massimo. Ci sono ancora alcuni errori, soprattutto nella zona. In questi giorni cercheremo di correggerli per non ripeterli in futuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400