Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 10:14

GDM.TV

i più visti della sezione

Baghdad - Da 24 ore non si hanno più notizie di un giornalista italiano, Enzo Baldoni

ROMA - L'ambasciata italiana a Baghdad da molte ore ha perso il contatto con il giornalista italiano Enzo Baldoni di «Diario». L'ultimo contatto risalirebbe a ieri sera. Nell'ambito dei normali controlli che l'ambasciata fa quotidianamente per avere notizie dei connazionali nel paese sta compiendo ulteriori accertamenti. A quanto risulta comunque il giornalista non sarebbe provvisto di un telefono satellitare e potrebbe quindi essere semplicemente in una zona non raggiungibile dai normali telefoni.
Il direttore del settimanale, Enrico Deaglio, confermando la notizia, ha spiegato che a dare l'allarme è stato l'inviato di «Repubblica», Luca Fazzo.
«Baldoni è in Iraq con un accredito di 'Diario' - spiega Deaglio - dopo aver scritto per noi diversi pezzi, in particolare dalla Colombia. E' in Iraq per la prima volta, credo da una decina di giorni. L'ho sentito, essenzialmente per e-mail, fino a due giorni fa. Era stato anche intervistato ed era comparso al Tg2, al microfono di Pino Scaccia, come free lance che era entrato a Najaf. Non ho ancora provato a contattarlo: ora ci provo, vediamo che cosa succede».

La notizia della perdita delle tracce del giornalista è stata data «da Luca Fazzo, inviato di Repubblica, che era con lui e che è anche in queste ore la nostra fonte sul posto. Credo che Baldoni fosse con altri colleghi su un convoglio della Croce Rossa - spiega ancora Deaglio - che cercava di andare da Baghdad a Najaf ed è stato fermato: di lì hanno perso le sue tracce».
Anche palazzo Chigi è allertato sulla vicenda del giornalista italiano Enzo Baldoni irreperibile da 24 ore in Iraq.
A quanto si apprende, la Presidenza del Consiglio si tiene costantemente informata sugli sviluppi della vicenda.

«Nel blog di Enzo Baldoni leggo che il collega sarebbe rimasto volontariamente a Najaf dopo che la seconda colonna di aiuti è tornata a Baghdad». Lo annuncia Deaglio, spiegando che il blog «non è però firmato da Baldoni» e che è datato «alle 21.55 di oggi, ora di Baghdad».
«Leggo ancora dal blog - continua il direttore di Diario - che Baldoni è in contatto con una ONG italiana che opera lì: niente di più facile - dice ancora Deaglio citando testualmente - che sia con loro e che ci siano solo difficoltà di comunicazione dovute alla situazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia