Sabato 15 Dicembre 2018 | 21:34

GDM.TV

24 ore di bombardamenti

Le forze americane avevano martellato per tutta la notte a Najaf le postazioni del leader sciita Moqtada Sadr, che ieri ha respinto tutti gli ultimatun delle autorità di Baghdad, ma che ha anche invitato i suoi fedelissimi a lasciare il mausoleo dell'imam Ali, «per evitare che cada in mano agli infedeli».
Il premier del governo provvisorio iracheno, Iyad Allawi, ha assicurato oggi che il mausoleo di Ali non sarà attaccato. «Non attaccheremo la moschea, non stiamo per attaccare Moqtada Sadr dentro la moschea. Il ramoscello di ulivo è ancora offerto», aveva detto Allawi alla radiotelevisione britannica Bbc.
Stamane Moqtada ha però lanciato un nuovo appello ai suoi miliziani e sostenitori a continuare a combattere, come ha riferito il suo portavoce e comandante dell'Esercito del Mahdi, Ahmed al-Shibani.
«Moqtada Sadr ha chiesto ai suoi combattenti di continuare a battersi», ha detto Shibani.
I bombardamenti notturni sono stati condotti nei pressi del cimitero, del centro della città e della grande moschea dai carri armati americani e anche da aerei-cannoniera Ac-130, e secondo alcune fonti sul posto sono stati i più violenti dall'inizio della rivolta nella città santa, orami oltre due settimane fa. Anche a Baghdad ci sono stati pesanti scontri. Secondo quanto ha riferito il ministero della sanità, nelle ultime 24 ore nella capitale sono rimaste uccise dieci persone e 79 sono rimaste ferite, come sempre soprattutto nel degradato e turbolento quartiere sciita di Sadr City, dove sono di nuovo penetrati oggi i carri armati americani.
Le forze americane hanno compiuto la notte scorsa e stamattina raid aerei anche a Falluja, la città ribelle nel centro del triangolo sunnita, provocando, secondo il ministero della Sanità, almeno 77 morti nelle ultime 24 ore nei combattimenti fra forze americane e miliziani di Moqtada Sadr. Secondo fonti militari Usa, i caccia hanno concentrato il fuoco contro batterie antiaeree; secondo il dottor Ahmed Shkir Khaduri dell'ospedale di Falluja, gli attacchi hanno colpito la zona industriale della città.
Un portavoce della South Oil Company ha intanto ieri sera fatto sapere che le esportazioni di petrolio attraverso i terminali meridionali continuano al ritmo di un milione di barili al giorno nonostante un attacco compiuto ieri contro gli uffici della società a Bassora.
L'attacco è stato di fatto rivendicato dagli schermi dell'emittente Tv al Jazira da sheikh Aws al Khafagi, direttore dell'ufficio di Sadr a Nassiriya: «abitanti del sud dell'Iraq - ha detto - in particolare a Bassora e Amara, hanno fatto esplodere diversi oleodotti e minacciano di incendiare tutti i pozzi di petrolio nel sud». Lo sheikh ha anche lanciato un nuovo appello al Vaticano affinché intervenga per «evitare un massacro nel sacro mausoleo» dell'imam Ali a Najaf». Intanto Moqtada Sadr avrebbe chiesto ai sequestratori del giornalista americano Micha Garen, rapito in Iraq il 14 agosto e minacciato di morte, di liberare l'ostaggio. Lo ha detto la sorella di Garen in una videoregistrazione trasmessa oggi dalla televisione satellitare Al Arabiya.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini