Sabato 15 Dicembre 2018 | 02:45

GDM.TV

Le etichette per esser certi della provenienza della carne

ROMA - Contro la paura c'è l'etichetta. Per i consumatori italiani tra un po' non ci saranno più dubbi: grazie alla legge n. 204 del 3 agosto scorso sulle etichettature, sarà obbligatoria l'indicazione di provenienza per la carne di pollo e quella di maiale. L'obiettivo è quello di valorizzare i primati qualitativi e di sicurezza della produzione italiana, ma anche di evitare che gli allarmi internazionali ricadano in modo ingiustificato su mercato nazionale. Proprio per questo, e in considerazione del rinnovato allarme dalla Cina sull'influenza dei polli e del suo passaggio ai maiali, la Coldiretti sollecita l'attuazione della legge 204/2004. La nuova legge è entrata in vigore dall'11 agosto scorso e prevede, attraverso decreti da emanare entro sei mesi, che le etichette di tutti gli alimenti devono riportare obbligatoriamente l'indicazione del luogo di origine o di provenienza. Si tratta di una norma che, secondo la Coldiretti, accelera il percorso già iniziato a livello europeo e dopo la fettina sarà dunque obbligatorio indicare in etichetta la provenienza anche per la braciola di maiale e il petto di pollo, per garantire la trasparenza del mercato, ma anche come misura di garanzia rispetto ai recenti allarmi sanitari».
La carne è al primo posto nei consumi alimentari delle famiglie italiane che destinano al suo acquisto quasi il 22% della spesa alimentare complessiva pari a 7 miliardi di euro per oltre un milione di tonnellate destinate a consumi domestici. Il consumo domestico della carne di pollo degli italiani è pari a 315.000 tonnellate all'anno per una spesa di 1,5 miliardi di euro che segna un primato di convenienza rispetto agli altri tipi di carne, con un prezzo medio di 4,97 euro al chilo e 18 chili di consumo all'anno per famiglia. Ogni famiglia italiana, secondo le rilevazioni Ismea-AcNielsen, acquista complessivamente 54 chili di carne all'anno (bovina, maiale, pollo) a un prezzo medio di 6,79 euro/kg con al primo posto nei consumi la carne bovina con 22 chili e un prezzo medio di 8,49 euro/kg e all'ultimo quella di maiale con 12 chili a un costo medio di 5,92 euro al chilo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori