Sabato 23 Gennaio 2021 | 09:38

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'innovazione
Bari, dall'app per personalizzare le scarpe alle maglie in affitto: 5 idee per fare impresa

Bari, dall'app per personalizzare le scarpe alle maglie in affitto: 5 idee per fare impresa

 
FoggiaLa fondazione
Famiglie a rischio usura: a Foggia salvate in 186

Famiglie a rischio usura: a Foggia salvate in 186

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
PotenzaIl caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 

i più letti

Sadr ai suoi: combattete

NAJAF (IRAQ) - Il giovane leader sciita radicale Moqtada Sadr ha lanciato stamani un nuovo appello ai suoi miliziani e sostenitori a continuare a combattere dalla città santa di Najaf. Lo ha dichiarato uno dei portavoce di Sadr, Ahmed al-Shaibani.
«Moqtada Sadr ha chiesto ai suoi combattenti di continuare a battersi», ha dichiarato Shaibani dall'interno del mausoleo dell'imam Alì.
In serata Sadr aveva chiesto suoi miliziani dell'Esercito del Mahdi di evacuare il mausoleo, ma rifiutando di disarmare la milizia, come intimato dal governo provvisorio iracheno.
Una calma apparente regna questa mattina su Najaf dopo una notte di intensi e violenti raid aerei sulla città vecchia e intorno al mausoleo dell'imam Alì, dove sono asserragliati i miliziani di Sadr. Condotti anche utilizzando aerei-cannoniera Ac-130, i bombardamenti notturni sono stati i più violenti dall'inizio dei combattimenti nella città santa, lo scorso 5 agosto.
Stamani le strade sono deserte, piene di macerie, di bossoli; attorno al mausoleo di Alì e al grande cimitero sciita numerosi edifici appaiono distrutti o danneggiati, ma su tutto si è posato un silenzio assoluto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400