Domenica 17 Gennaio 2021 | 22:17

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
PotenzaIl personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

Grottaglie: come difendere l'agricoltura

GROTTAGLIE (TA) - L'agricoltura è ritenuta la grande ammalata dell'economia pugliese. Per farla ritornare a camminare in tanti sono al suo capezzale, ben sapendo, che ogni suo segnale di miglioramento che si registra in Capitana si riflette, direttamente ed immediatamente, in Terra d'Otranto, passando per ogni latitudine del Barese, Tarantino e Brindisino. O viceversa.
La manifestazione per la festa dell'uva, programmata per domenica prossima a Grottaglie, vuol inserirsi in questo quadro di macro economia regionale e, perciò, amministratori e produttori locali, consapevoli di questa sfida, si sono ritrovati generalmente in accordo sulle manifestazioni ed azioni già avviate dalla civica amministrazione, quali gli incontri tematici specifici nel corso della manifestazione Agro 2003 e del maggio scorso, proseguite con iniziative per il riconoscimento di una quinta area nel Piano agricolo territoriale (PAT) e delle avversità atmosferiche a causa delle persistenti piogge del maggio-giugno scorsi, costituzione informale di un gruppo di riferimento ed istituzione dello sportello tecnico formativo ed informativo.
Tutte urgenze, queste ultime, per le quali è stato ritenuto indispensabile il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati al comparto. Ad iniziare dagli agricoltori stessi in attività singola od associata, per proseguire con le organizzazioni di categoria, ordini professionali e, soprattutto, le pubbliche Istituzioni: Regione Puglia e Provincia di Taranto, nel caso specifico, su tutti.

Al Presidente regionale, Raffaele Fitto, ed all'assessore all'Agricoltura, Nino Marmo, si sono già avanzate le richieste per il riconoscimento delle avversità atmosferiche dello scorso giugno, così come invocate da moltissimi altri Comuni pugliesi, anch'essi fortemente penalizzati per lo stesso motivo nel comparto agricolo; una più sollecita conclusione dell'intero iter per la liquidazione delle provvidenze riconosciute per le tante precedenti calamità; maggiori impegno e sollecitudine nell'erogazione dei fondi per la costruzione del Centro servizi per l'agricoltura a Grottaglie; avviare l'iter per l'adozione del Piano agricolo pluriennale d'intesa con Province e Comuni.
Al neo Presidente provinciale ionico, Gianni Florido, le richieste, invece, sono state rivolte per sollecitare la Provincia a svolgere il ruolo di programmazione e sostegno del settore agricolo e la "riscrittura" della bozza del 1° Piano agricolo provinciale per il riconoscimento di una Quinta area, in cui sarebbe centrale il ruolo di Grottaglie.
Alla Regione Puglia e Provincia di Taranto, contestualmente, le richieste degli addetti al comparto e Sindaci dei Comuni interessati s'indirizzano per la promozione e sostegno per il riconoscimento della certificazione di qualità e tipicità, che sarà «obbligatoria dal 2005 così come ha imposto l'Unione europea - hanno sostenuto Alabrese e Nuzzo, assessore e responsabile del settore Agricoltura del Comune di Grottaglie - per la tutela dei consumatori, che hanno il diritto di sapere i luoghi di provenienza dei prodotti che consumano, cioè la cosiddetta tracciabilità», per continuare con il loro dovere di favorire la qualità degli investimenti dei fondi pubblici europei al fine di creare sempre migliori infrastrutture, la stimolazione per la cooperazione ed associazionismo dei produttori, lo sviluppo delle imprese agroalimentari che, trasformando nei luoghi di produzione i propri prodotti, darebbero valore aggiunto alle produzioni stesse.
Paolo Lerario
Grottaglie, la «Quinta area» dimenticata

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400