Giovedì 13 Dicembre 2018 | 10:12

GDM.TV

Anche Arafat aderisce allo sciopero della fame

GERUSALEMME - Si estende lo sciopero della fame dei palestinesi nelle carceri israeliane: nelle ultime ore altre centinaia di detenuti si sono uniti al digiuno di protesta iniziato domenica. Oggi allo sciopero della fame hanno aderito anche Yasser Arafat -che dalla Mukata ha mandato un messaggio di solidarietà- e i suoi più stretti collaboratori; e l'Autorità Palestinese ha dichiarato mercoledì giornata di solidarietà con i prigionieri.
I detenuti chiedono sostanzialmente condizioni di vita più umane: visite dei famigliari più frequenti, la fine di pratiche umilianti come le ispezioni corporali o intrusive come le periodiche perquisizioni nelle celle. Ma Israele sta facendo del suo meglio per piegare la volontà dei digiunatori. Le autorità hanno infatti dato il via a una guerra psicologica a colpi di profumi appetitosi: alle guardie carcerarie è stato infatti ordinato di organizzare barbecue nei cortili, sfornare forni e torte nelle cucine, fare fritture nei corridoi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive