Giovedì 13 Dicembre 2018 | 10:48

GDM.TV

Atene 2004 - Kenteris lascia l'ospedale e si difende come un leone: sono pulito, non mi sono mai dopato in vita mia

ATENE - «Non ho mai utilizzato sostanze proibite». Costas Kenteris si difende dalle accuse di doping. Il velocista greco, che rischia l'esclusione dai Giochi di Atene per non essersi sottoposto a un controllo antidoping, ha lasciato oggi l'ospedale, dove era ricoverato dalla notte tra mercoledì e giovedì con la connazioanle Ekaterini Thanou in seguito ad un incidente in moto.
«Vorrei dire che tutti quelli che mi hanno gettato la croce addosso - ha detto Kenteris, assediato da fotografi e cameramen alla sua uscita - sono gli stessi che fino a qualche tempo fa si facevano fotografare al mio fianco. Ma dopo la crocifissione c'è sempre la resurrezione. Ora è il momento degli atleti in gara, spiegherò tutto al momento opportuno, dopo esser stato ascoltato dal Cio». Kenteris ha però voluto mandare un messaggio ai tifosi greci. «In tutto questo tempo - ha aggiunto il velocista, accompagnato all'uscita dagli applausi di alcuni infermieri - ho ricevuto migliaia di lettere ed e-mail di sostegno. Ringrazio tutte queste persone, e al popolo greco dico che non ho mai fatto uso di sostanze proibite. Sto subendo una grande ingiustizia. Ai tifosi chiedo però di concentrarsi sugli atleti in gara e tifare per loro». Non è stata invece ancora dimessa Ekatherini Thanou, l'altra velocista greca coinvolta nell'incidente di moto a Glyfada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»