Lunedì 18 Gennaio 2021 | 06:12

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Fuori squadra Kenteris e Thanou i greci accusati di doping

ATENE - L'ultima parola l'avrà il Cio, ma la sorte di Costas Kenteris e Caterina Thanou a queste Olimpiadi è segnata: il Comitato olimpico greco li ha estromessi dalla missione olimpica, in attesa dell'audizione di lunedì di fronte alla commissione disciplinare del Comitato olimpico internazionale, dove la loro squalifica appare inevitabile.
Il Comitato olimpico ellenico ha deciso di «escluderli» dalla missione olimpica in attesa delle decisioni del Cio, insieme all'allenatore Christos Tzakos: è lui che molti indicano come il primo responsabile della vicenda che ha visto i due velocisti prima saltare un appuntamento con l'antidoping, poi restare coinvolti in un incidente motociclistico poco chiaro, che ne ha provocato il ricovero in ospedale e il rinvio della convocazione davanti alla commissione disciplinare del Cio.
Il comunicato del direttivo del Comitato olimpico greco ricorda che è stato «considerato quello che hanno fatto i due campioni» e che si vuole «assicurare un buon clima nella squadra greca e ribadire il nostro sostegno a giochi puliti», e sottolinea che la decisione dell'esclusione è avvenuta «a maggioranza». Contro di loro si è però espresso un pezzo da Novanta: per la loro immediata espulsione, si è appreso, ha votato infatti Lambis Nikolaou, presidente del Comitato olimpico greco e membro del comitato esecutivo del Cio, l'organismo che prenderà la decisione finale, su proposta della commissione disciplinare. Una presenza-chiave che rende arduo immaginare un'assoluzione dei due, lunedì. La Grecia non può permettere che sulle sue Olimpiadi, iniziate con la trionfale celebrazione di venerdì sera allo Stadio olimpico, siano macchiate da due presenze diventate assai scomode, specie dopo l'appello di Jacques Rogge, durante la cerimonia, a dire 'nò al doping.
La saga - con forti toni di farsa - era iniziata alle 19.30 di giovedì quando i due, da poco giunti al villaggio olimpico, avevano mancato un appuntamento con il test antidoping. La notizia aveva scatenato le migliaia di giornalisti presenti ad Atene. Quindi, nella notte, l'annuncio della convocazione di Kenteris e Thanou davanti alla commissione disciplina del Cio. Un evento che ha interrotto il sonno a molte persone, nella città.
Poco dopo l'una, il caso aveva una sua clamorosa evoluzione dalla ulteriore notizia dell'incidente di moto: Costas e Caterina erano scivolati sull'asfalto a Glyfada mentre rientravano al villaggio olimpico, riportando lesioni non preoccupanti ma che ne rendevano necessario il ricovero all'ospedale Kat.
I medici avevano poi certificato che le condizioni dei due non permettevano l'uscita dall'ospedale, e quindi l'incontro con il Cio. Ad attenderli all'Hilton ci saranno il vicepresidente del Cio e presidente della commissione giustizia Thomas Bach, Dennis Oswald, direttore della commissione di coordinamento del Comitato olimpico internazionale e Sergei Bubka, membro del comitato esecutivo del Cio e rappresentante degli atleti.
Per Kenteris, prima che l'esclusione dai Giochi, questa «spiacevole vicenda», come l'ha chiamata il governo greco, ha già significato la cancellazione dell'onore più grande, quello di essere l'ultimo tedoforo nelle Olimpiadi greche, onore andato al velista Nikolaos Kaklamanakis.
Patrizio Nissirio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400