Sabato 16 Gennaio 2021 | 07:46

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Lega araba: stop alle violenze

IL CAIRO - Un disdicevole nuovo spargimento di sangue iracheno: così definisce in un comunicato oggi le conseguenze della battaglia in corso a Najaf e dell'offensiva Usa a Kut il segretario generale della Lega Araba, Amr Mussa, che ha invitato tutte le parti in lotta ad una cessazione immediata delle operazione militari.
Da parte sua il ministro degli Esteri egiziano, Ahmed Abul Gheit, ha espresso le preoccupazioni dell'Egitto per le operazioni in corso a Najaf, città santa per gli sciiti, ed ha sollecitato tutte le parti «a dimostrare saggezza e sangue freddo, ed a seguire la strada del dialogo, perché la violenza e la forza non portano ad altro che alla distruzione del popolo iracheno».
Nel comunicato Mussa sottolinea l'urgenza di «dare una possibilità all'evacuazione di morti e feriti ed all'avvio di un dialogo tra tutte le parti». Mussa mette inoltre in guardia contro «la violazione attuale dei luoghi santi, che occupano un posto importante nella vita dei musulmani» rilevando che essa «avrà ripercussioni molto gravi».
Il segretario della Lega Araba si è detto fiducioso che «il governo iracheno provvisorio riesca a riavviare un dialogo immediato per la cessazione delle violenze» . Osservando che «i violenti scontri in corso da più giorni nella città di Najaf non danno certo segnali positivi per il futuro immediato o lontano dell'Iraq», ha insistito ancora una volta sull'urgenza della fine delle violenze «in tutte le città irachene».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400