Lunedì 08 Marzo 2021 | 03:57

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Taranto: le produzioni tessili

MARTINA FRANCA (TA)- Il tessile italiano, e quello pugliese in particolare è in grosse difficoltà. Rilanciare il settore, perciò, è la parola d'ordine degli imprenditori locali. Un ancora di salvezza può essere l'accordo di programma varato recentemente dalla Regione Puglia.
Domenico Nardelli, presidente della sezione tessile tarantina di Assindustria, si ritiene soddisfatto per le intese raggiunte al tavolo concertativo e per le prospettive che apre al settore. «Questo accordo segna una tappa decisiva al rilancio del settore, rappresentante il 31% dell'intero comparto manifatturiero della Puglia ed il 20% delle esportazioni pugliesi».

L'accordo sottoscritto prevede misure a sostegno dell'internazionalizzazione, ai consorzi realizzati con una concreta logica di filiera, alla riduzione dell'Irap, alla promozione del marchio di tracciabilità (essenziale per i consumatori e che consentirà di individuare con certezza l'ambito territoriale di realizzazione e provenienza del prodotto), formazione di alta qualità e consolidamento delle passività a breve termine.
Sempre nell'accordo sono previsti nuovi strumenti legislativi che consentiranno la riduzione degli oneri sociali per le aziende. L'intero accordo di programma si compone di un decalogo che fissa in modo certo ed univoco gli impegni che le stesse imprese, la Regione Puglia ed il Governo centrale dovranno mantenere. Il tutto per incentivare altri nuovi investimenti, far crescere la competività del settore, la ricerca e l'innovazione.
I dieci punti, sono ora al vaglio del ministero delle Attività produttive, per la definitiva approvazione ed attuazione.

Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400