Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 15:11

GDM.TV

Le brigate Abu Hafs al Masri

Le Brigate Abu Hafs al Masri, che dopo le ripetute minacce via Internet all'Italia hanno rivendicato oggi, sempre da un sito web, gli attentati di Istanbul, hanno ereditato il nome di battaglia di uno dei massimi dirigenti di al Qaida, l'egiziano Mohammed Atef, ucciso nella campagna Usa in Afghanistan nell'autunno 2001.
E' l'organizzazione che ha rivendicato le stragi di Madrid dell'11 marzo (191 morti) con una email al giornale londinese in lingua araba 'Al Quds al Arabì inviata lo stesso giorno.
Apparve per la prima volta il 25 agosto 2003, quando rivendicò con un comunicato su Internet l'attentato del 19 agosto alla sede Onu di Baghdad, che causò la morte di oltre 20 persone, compreso l'inviato speciale in Iraq Sergio Vieira de Mello.
La seconda volta, il 16 novembre, le Brigate Abu Hafs al Masri mandarono per posta elettronica un messaggio al giornale 'Al Quds al Arabì per rivendicare gli attentati del giorno prima contro due sinagoghe a Istanbul.
Nella rivendicazione, datata 15 novembre, il gruppo minacciava di compiere altri attacchi «in tutto il mondo», anche in Italia.
Il 3 marzo scorso in un messaggio inviato allo stesso giornale, le Brigate respingevano ogni responsabilità negli attentati antisciiti che il giorno precedente avevano fatto almeno 271 morti in Iraq.
Il 15 luglio un comunicato attribuito alle Brigate di Abu Hafs al Masri annunciava un «bagno di sangue come quello dell'11 settembre 2001 negli Usa» se gli italiani non avessero cambiato l'attuale governo. In un comunicato scritto in italiano e firmato da un non meglio specificato «ammiratore tunisino dei due sceicchi» si poneva all'Italia un ultimatum e si lanciavano attacchi al suo governo. Il 16 luglio la stessa minaccia di un imminente «bagno di sangue simile all'11 settembre» era contenuta in un altro testo attribuito alle Brigate al Masri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights