Martedì 19 Gennaio 2021 | 13:20

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Policlinico Bari, la Procura fa appello: «Nei tubi c'è ancora legionella»

Policlinico Bari, la Procura fa appello: «Nei tubi c'è ancora legionella»

 
LecceNel Salento
Taviano, il sindaco anti-assembramenti accompagna i vigili a fare le multe

Taviano, il sindaco anti-assembramenti accompagna i vigili a fare le multe

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
PotenzaLa pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
Foggianel Foggiano
Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Le brigate Abu Hafs al Masri

Le Brigate Abu Hafs al Masri, che dopo le ripetute minacce via Internet all'Italia hanno rivendicato oggi, sempre da un sito web, gli attentati di Istanbul, hanno ereditato il nome di battaglia di uno dei massimi dirigenti di al Qaida, l'egiziano Mohammed Atef, ucciso nella campagna Usa in Afghanistan nell'autunno 2001.
E' l'organizzazione che ha rivendicato le stragi di Madrid dell'11 marzo (191 morti) con una email al giornale londinese in lingua araba 'Al Quds al Arabì inviata lo stesso giorno.
Apparve per la prima volta il 25 agosto 2003, quando rivendicò con un comunicato su Internet l'attentato del 19 agosto alla sede Onu di Baghdad, che causò la morte di oltre 20 persone, compreso l'inviato speciale in Iraq Sergio Vieira de Mello.
La seconda volta, il 16 novembre, le Brigate Abu Hafs al Masri mandarono per posta elettronica un messaggio al giornale 'Al Quds al Arabì per rivendicare gli attentati del giorno prima contro due sinagoghe a Istanbul.
Nella rivendicazione, datata 15 novembre, il gruppo minacciava di compiere altri attacchi «in tutto il mondo», anche in Italia.
Il 3 marzo scorso in un messaggio inviato allo stesso giornale, le Brigate respingevano ogni responsabilità negli attentati antisciiti che il giorno precedente avevano fatto almeno 271 morti in Iraq.
Il 15 luglio un comunicato attribuito alle Brigate di Abu Hafs al Masri annunciava un «bagno di sangue come quello dell'11 settembre 2001 negli Usa» se gli italiani non avessero cambiato l'attuale governo. In un comunicato scritto in italiano e firmato da un non meglio specificato «ammiratore tunisino dei due sceicchi» si poneva all'Italia un ultimatum e si lanciavano attacchi al suo governo. Il 16 luglio la stessa minaccia di un imminente «bagno di sangue simile all'11 settembre» era contenuta in un altro testo attribuito alle Brigate al Masri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400