Lunedì 10 Dicembre 2018 | 22:30

GDM.TV

i più visti della sezione

Pallanuoto

Sport - Pallanuoto Un veterano come capitan Silipo, un giovane ma già vicecampione del mondo come Goran Fiorentini. Sono i due volti dell'Italia della pallanuoto maschile che dodici anni dopo il bagno d'oro di Barcellona cerca una nuova impresa: conquistare ad Atene un titolo che rilancerebbe il Settebello nell'Olimpo di una disciplina tra le più antiche, assieme al calcio, avendo conquistato la dignità a cinque cerchi già nel 1900.
L'Italia di Ratko Rudic, uscita di scena a Sydney con un quinto posto modesto per gli azzurri abituati a primeggiare negli anni '90 e con la macchia della rissa a fine gara con la solita Ungheria, è solo un ricordo: ora ha voltato pagina e arriva ad Atene guidata da Paolo De Crescenzo, il tecnico che con il Posillipo ha vinto tutto quello che un club può vincere. E anche in nazionale i risultati si sono visti subito, con l'argento ai mondiali dello scorso anno.
Ora al torneo ateniese arriva la stessa squadra. Il leader resta proprio Carlo Silipo, napoletano, l'unico del gruppo, con 450 presenze in nazionale, ad aver vinto il titolo olimpico nel '92: il nuovo che avanza ha la faccia del 23/enne di Spalato Fiorentini, che ha già conquistato due argenti con la calottina azzurra (europeo e mondiale), all'esordio ai Giochi.
Ad Atene il Settebello ha evitato lo scontro nel girone eliminatorio con l'Ungheria, ma trova la Grecia, la squadra annunciata come la rivelazione del torneo. E sarà un derby, tra i più attesi nella piscina dell'Acquatic Centre, quello tra Italia e Grecia, perché dietro al grosso salto di qualità della nazionale di casa c'è molto azzurro: sulla panchina siede infatti Alessandro Campagna, ex tecnico del Settebello e campione olimpico a Barcellona, che non ha saputo resistere alle sirene greche.
Con lui la nazionale ellenica è cresciuta al punto di presentarsi alla vigilia come una delle favorite al titolo. Del girone B fanno parte anche Egitto, Australia, Germania e Spagna, con cui l'Italia esordirà il 15 agosto. Nell'altro gruppo Serbia-Montenegro, Ungheria, gli Usa di Rudic, Croazia, Russia e Kazakhstan. Il torneo si annuncia di altissimo livello e i pronostici non sono facili. «C'è un livellamento verso l'alto - dice il ct De Crescenzo - Serbia e Ungheria sono le favorite, ma c'è un gruppo, in cui ci siamo anche noi con Croazia, Grecia e Spagna, che può aspirare al podio».
Ma anche la corsa al titolo non è chiusa: Ungheria e Serbia non sono imbattibili e se non giocano al meglio possono andare in crisi. «La Grecia ammette il tecnico gioca in casa e ha grandi ambizioni. Ci sono anche delle outsider come Australia e Germania da cui bisogna comunque guardarsi».
Riflettori puntati anche sul torneo femminile: il Setterosa, vicecampione del mondo ma con due ori mondiali e cinque europei in bacheca, arriva ad Atene per la sua prima volta olimpica e con una squadra al capolinea: il gruppo delle azzurre, tra i più vincenti della storia dello sport italiano, è quello storico che ha nel capitano Lilly Allucci e nel centroboa più forte al mondo Giusy Malato le due donne leader. Assenti a Sydney per l'esordio della pallanuoto femminile ai Giochi (il Setterosa iridato fallì la qualificazione) le azzurre cercano l'unico sigillo mancante a un curriculum da campioni: guidate da Pierluigi Formiconi, arrivano all'appuntamento cariche e decise a chiudere un ciclo con il massimo risultato. Ma sulla scena sono apparse già dai mondiali dello scorso anno nuove potenze, come le statunitensi, iridate e pronte a fare bis ad Atene. Usa e Ungheria sono le favorite, assieme all'Italia, in un torneo che appare comunque molto equilibrato. Il Setterosa riparte il 16 agosto contro l'Australia per lanciare la prima sfida all'Olimpo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca