Sabato 15 Dicembre 2018 | 09:37

GDM.TV

Pallamano

Sport - Pallamano Trentacinque anni di vita, mai una volta alle Olimpiadi. Nemmeno Atene sfata la maledizione a cinque cerchi per la pallamano azzurra: anche stavolta, infatti, l'Italia non sarà in campo né con gli uomini né con le donne, perché le nazionali guidate rispettivamente da Lino Cervar e Paco Sanchez hanno fallito di nuovo la qualificazione ai Giochi. Questa volta però possono consolarsi con l'assenza di altri paesi, vere potenze nella disciplina, che non sono riuscite a strappare il pass.
Nell'edizione dei Giochi che tornano nella madre patria, sarà ancora l'Europa la protagonista, almeno nel torneo maschile che dal 1936, l'anno in cui la disciplina fece il suo esordio ai Giochi di Berlino (le squadre erano da 11, solo da Monaco '72 i team divennero a 7 e nell'edizione successiva, a Montreal, fu allargata la partecipazione alle donne) vede sempre sul gradino più alto del podio una nazionale europea. I pronostici in campo maschile appaiono difficili alla vigilia viste assenze importanti come quelle della Svezia, argento olimpico nel '92, '96 e a Sydney. Restano a casa anche la Serbia-Montenegro e la Danimarca. Delle dodici squadre presenti ad Atene solo la Spagna, bronzo quattro anni fa (il titolo era andato alla Russia) sembra in corsa per un piazzamento eccellente.
Tra queste c'è anche la Francia, che si annuncia come una delle favorite, come pure la Germania campione d'Europa, e la Croazia, oro nel '96. Il muro del vecchio continente potrebbe essere attaccato solo dalla Corea, l'unica qualificata dell'Asia nel tabellone maschile.
Tra le donne invece il copione sembra già scritto e la sfida annunciata è quella delle campionesse in carica della Danimarca (due titoli olimpici nel palmares) con le coreane del Sud. Il torneo rosa, privo della Russia, che aveva ereditato il testimone dall'Urss vincitrice delle prime due edizioni dei Giochi, offre alle scandinave e alle asiatiche l'occasione per entrare nella storia dei Giochi. Riflettori puntati anche sulle francesi, neo campionesse del mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori