Lunedì 10 Dicembre 2018 | 20:50

GDM.TV

i più visti della sezione

«Un ritrovamento interessante»

MILANO - «Un ritrovamento interessante» così il procuratore aggiunto Armando Spataro ha definito, senza voler aggiungere altro, il materiale trovato ieri in una cantina di via Pepe 38 a Milano: manuali anarchici probabilmente scaricati da Internet, una copia della rivista «Nuova Resistenza» del 1971, una pistola giocattolo soft air di quelle che si usano per le simulazioni di guerra e soprattutto materiale elettrico, come radioline e scanner più o meno recenti.
Su questi ultimi strumenti, che possono servire per delle intercettazioni, si è concentrato l'interesse di Digos e Pm. Radioline e scanner avevano la batteria scarica, segno che non erano pronti per essere usati. Una volta ricaricati comunque sarà possibile scoprire su che frequenze erano sintonizzati e quindi sapere a cosa dovevano servire.
La scoperta del deposito è stata possibile grazie ad una donna di 45 anni che si è accorta che il lucchetto della sua cantina, la numero 18, (dove non entrava da quattro anni) era diverso, troppo nuovo per essere il suo. Così ha preso un cacciavite e lo ha scardinato. Ha aperto la porta e ha iniziato a spostare le cose non sue trovate nella sua cantina. In una scatola, però, ha notato una pistola per cui ha deciso di avvisare la polizia che, oltre all'arma (di plastica, ma senza il cappuccio rosso), ha trovato anche una rivista di armi, materiale anarchico (però nessun manoscritto o volantino di rivendicazione), un vecchio libro sul marxismo-leninismo, radioline e scanner.
La polizia ha allora fatto aprire ai proprietari anche le cantine degli altri appartamenti (in tutto una ventina) per controllare che non vi fosse altro materiale. Sono poi state perquisite le abitazioni di tre inquilini segnalati alle forze dell'ordine per fatti politici. A casa di uno di questi, Ugo Frediani, legato in passato all'Autonomia, gli agenti hanno trovato armi non denunciate, e per questo è stato arrestato.
Spataro finora non ha avuto contatti con i colleghi di altre Procure che hanno avviato inchieste sul terrorismo di area anarco-insurrezionalista. Intanto, il Gip Maurizio Grigo ha disposto un esame del materiale ritrovato nella cantina dello stabile di via Pepe con gli ordigni trovati tempo fa sulle guglie del Duomo, e a Sant'Ambrogio. Per questi due episodi sono indagate 19 persone con l'accusa di terrorismo (270 bis) e violazione della legge sulle armi. La Procura ha però chiesto l' archiviazione e il Gip dovrà decidere se ordinare nuove indagini o archiviare l'inchiesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca