Domenica 16 Dicembre 2018 | 19:17

GDM.TV

Le famiglie italiane spendono 451 euro al mese per mangiare

ROMA - Più di quattrocento euro al mese per imbandire la tavola, sulla quale la carne continua a giocare la parte del leone. Le famiglie italiane tagliano scarpe, vestiti e trasporti, ma non rinunciano alla buona cucina. Nel 2003 una famiglia ha speso in media ogni mese 451 euro nell'acquisto di cibi e bevande, ben 26 euro in più rispetto allo scorso anno. La spesa per i generi non alimentari, invece, si è attestata a circa 1.862 euro al mese (1.770 nel 2002), confermando così di essere la più pesante, insieme alla casa ed in qualche modo alla sanità, nel bilancio mensile familiare. Lo afferma l'Istat nel consueto rapporto annuale sui consumi delle famiglie italiane.
Nel 2003 la spesa media mensile delle famiglie per generi alimentari e bevande rappresenta il 19,5% della spesa mensile totale (+0,1% punti percentuali rispetto all'anno precedente). «I diversi capitoli non registrano incrementi significativi della quota di spesa ad essi destinata - precisano i tecnici dell'Istituto nazionale di Statistica - ad eccezione delle bevande che evidenziano un trend crescente a partire dal 2001, in particolare per vino, acqua minerale e bevande non alcoliche». E' la spesa per la carne, sottolinea ancora l'Istat, ad assorbire la quota di spesa più alta (4,4%), in particolare la carne di vitellone, manzo e pollame. Nelle regioni settentrionali l'aumento della spesa è più sostenuto per i generi alimentari e bevande (da 410 a 442 euro mensili), pur interessando anche i generi non alimentari (da 1.985 a 2.096). Gli incrementi per le spese alimentari sono marcati in Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Val D'Aosta, mentre l'aumento della spesa non alimentare è particolarmente accentuato nel Trentino Alto Adige.
Nel centro, invece, è la spesa alimentare a registrare la crescita più significativa (da 443 euro nel 2002 a 469 euro nel 2003), mentre quella non alimentare (pari a 1.905 euro mensili nel 2002) raggiunge un valore di 1.998 euro. In Umbria e Marche si registra l'aumento più sostenuto per i generi alimentari e bevande, una tendenza analoga si rileva in Tosca e Lazio per i non alimentari. Nel Mezzogiorno l'aumento dei livelli di spesa riguarda, in ugual misura, la componente alimentare (da 435 a 454 euro) e quella non alimentare (da 1.371 a 1.437). Gli incrementi più elevati sono stati registrati in Molise e Puglia per i consumi alimentari ed ancora in Molise oltre che in Sardegna per i non alimentari. Le famiglie siciliane, afferma l'Istat, sono le uniche a contrarre sia la spesa alimentare sia la spesa non alimentare (da 434 a 425 e da 1.362 a 1.326).

Ecco di seguito una tabella che mostra la spesa media mensile delle famiglie nel 2003 per capitolo e ripartizione geografica. I dati percentuali indicano la parte del budget mensile che viene destinato all'acquisto di un determinato bene

SPESA MEDIA MENSILE 2.313 euro
ALIMENTARI E BEVANDE 451 euro
- PANE E CEREALI 3,3%
- CARNE 4,4%
- PESCE 1,6%
- LATTE, FORMAGGI E UOVA 2,7%
- OLI E GRASSI 0,7%
- PATATE, FRUTTA E ORTAGGI 3,5%
- ZUCCHERO, CAFFE', CACAO 1,4%
- BEVANDE 1,9%
NON ALIMENTARI 1.862 euro
- TABACCHI 0,8%
- ABBIGLIAMENTO E CALZATURE 6,7%
- ABITAZIONE 24,9%
- COMBUSTIBILI ED ENERGIA ELETTRICA 4,7%
- ARREDAMENTI, ELETTRODOMESTICI 6,2%
- SERVIZI SANITARI E SPESE SALUTE 3,8%
- TRASPORTI 14,0%
- COMUNICAZIONI 2,1%
- ISTRUZIONE 1,2%
- TEMPO LIBERO E CULTURA 4,8%
- ALTRI BENI E SERVIZI 11,2%

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia