Mercoledì 24 Aprile 2019 | 04:13

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa strage
Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

 
LecceL'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 

Le famiglie spendono di più ma riescono a comprare di meno

ROMA - Le famiglie spendono di più ma riescono a comprare di meno: l'anno scorso hanno visto crescere il loro budget mensile destinato agli acquisti di 119 euro al mese rispetto all'anno prima - vale a dire oltre 1.400 euro nell'intero anno, pari ad una tredicesima bruciata - per mettere meno cose nelle sporte da portare a casa.
Complice il carovita, ammette l'Istat nel suo rapporto annuale sui consumi, il carrello della spesa si riempie sempre meno con scarpe e vestiti che rimangono negli scaffali, lasciando posto ai prodotti si sussistenza: alimentari e beni fondamentali, come le spese per la casa, in prima linea.
Le famiglie italiane - si legge nel rapporto - hanno speso per vivere 2.313 euro al mese nel 2003, il 5,4% in più rispetto all'anno precedente. Un aumento, questo, che non è però equivalso ad una crescita della stessa entità dei consumi, sempre più concentrati sui beni fondamentali, come cibo, bevande e casa. A dover mettere mano al portafoglio in modo più pesante, spendendo di più per comprare di meno, sono state le famiglie del Nord Italia - sottolinea l'Istat - che hanno visto crescere le proprie spese mensili del 5,9%, a fronte del +4,8% del Mezzogiorno.
L'imputato principale sul banco della spesa familiare è la casa, alla quale è destinato il 24,9% delle uscite mensili. Il 19,5% se ne va, invece, per imbandire la tavola: si tratta di una percentuale in crescita ormai da diversi anni - precisano i tecnici dell'Istituto di Statistica nazionale - e dimostra come gli italiani, stretta la cinghia su trasporti, abbigliamento e calzature, non trascurano i beni fondamentali alla sopravvivenza.
- AUMENTA SPESA, CONSUMI FERMI: «L'incremento della spesa mensile del 5,4% non coincide con un aumento della propensione all'acquisto delle famiglie» sottolinea l'Istat, precisando che il +5,4% «incorpora la dinamica inflazionistica e anche il fitto figurativo: ben 1,4 punti infatti sono imputabili a questo fattore, che equivale all' importo stimato dalle famiglie che hanno una casa di proprietà circa il canone di locazione che avrebbero dovuto pagare. In altri termini, se nel 2003 il valore dell' affitto presunto fosse stato identico a quello del 2002 invece di aumentare del 7,9%, come è accaduto lo scorso anno, l'aumento della spesa media mensile sarebbe risultato pari al 4%».
- - PIU' ALIMENTARI IN CARRELLO SPESA: Nel 2003 una famiglia ha speso in media ogni mese 451 euro nell'acquisto di cibi e bevande, ben 26 euro in più rispetto allo scorso anno. La voce alimentari ha assorbito il 19,5% del budget mensile, cioè lo 0,1% in più rispetto al 2002. Si tratta di una percentuale in crescita ormai da diversi anni, a conferma delle nuove abitudini degli italiani. La spesa per i generi non alimentari, invece, si è attestata a circa 1.862 euro al mese (1.770 nel 2002)
- - MENO AUTO E PIU' ASSICURAZIONI: Il 14% del bilancio mensile delle famiglie è stato speso, nel 2003, per i trasporti (324 euro al mese), in calo quindi rispetto all'anno prima. All'interno di questo capitolo spicca un dato: le famiglie italiane spendono meno per l'acquisto di auto nuove ed usate, mentre aumentano le spese destinate alla manutenzione dei veicoli ed all'assicurazione. Diminuisce anche la quota di spesa familiare destinata a tempo libero e cultura (dal 4,9% del 2002 al 4,8%), a causa della flessione delle spese per computer, abbonamenti a manifestazioni sportive, concerti, teatri, totocalcio e lotterie
- - CASA DOLCE CASA, UN FARDELLO PER BUDGET FAMIGLIE: L'affitto, il condominio, la manutenzione ordinaria e straordinaria dell'abitazione assorbono nel 2003 complessivamente il 24,9% della spesa familiare mensile, per un importo di 575 euro, 32 euro in più rispetto al 2002.
- - PIU' MEDICINALI ED ANALISI CLINICHE: Pur rimanendo invariata al 3,8% della spesa mensile familiare, il capitolo sanità è un esempio di come siano cambiate le abitudini: gli 87 euro al mese spesi per i servizi sanitari in genere sono stati destinati soprattutto alle visite mediche, agli esami radiologici ed all'acquisto di medicinali.
- AL NORD SI SPENDE DI PIU', SICILIA ULTIMA: Nel Settentrione la spesa media mensile di una famiglia si aggira sui 2.538 euro (+5,9% rispetto ai 2.396 euro del 2002). Nelle regioni del Centro, invece, mensilmente una famiglia spende circa 2.466 euro (+5% sul 2002), mentre nel Mezzogiorno la spesa mensile si è attestata lo scorso anno a 1.892 euro (4,8% in più rispetto al 2002). La Sicilia è fanalino di coda nella classifica regionale, con 1.751 euro al mese.
- - 1.200 EURO GAP FAMIGLIE IMPRENDITORI ED OPERAI: Le famiglie di imprenditori e liberi professionisti hanno speso in media 3.526 euro al mese nel 2003, quelle degli operai solo 2.299. Alle famiglie con a capo studenti e casalinghe va ancora peggio: la spesa mensile si aggira sui 1.655 euro. Lo afferma l'Istat nel consueto rapporto annuale sui consumi delle famiglie, precisando che le famiglie costituite da un solo individuo spendono in media 1.459 euro al mese, mentre quelle con cinque componenti o più si attestano a 2.989 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Maltempo a Bari, cade giù albero in via Adriatico

Maltempo sferza Bari, cadono alberi in via Adriatico

 
Bari, alberi caduti in Piazza Moro: il video

Bari, alberi caduti in Piazza Moro: il video

 
Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

 
Cinquanta giovani atlete pugliesidi fronte ai tecnici del settore nazionali

Cinquanta giovani atlete pugliesi
di fronte ai tecnici del settore nazionali

 
Nazionale seniores maschiletutto gira attorno a Bari

Nazionale seniores maschile
tutto gira attorno a Bari

 
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
Sommergibili, 24 nuovi "delfini"consegnati a Taranto i brevetti

Sommergibili, 24 nuovi "delfini"
consegnati a Taranto i brevetti

 
Abusivismo commerciale: GdF sequestra in Puglia 3,4 milioni di prodotti contraffatti

Abusivismo commerciale: GdF sequestra in Puglia 3,4 milioni di prodotti contraffatti

 
Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

 
Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta

Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta