Domenica 16 Dicembre 2018 | 02:58

GDM.TV

Nella storia, 15 atleti tarantini

TARANTO - Come per gli antenati della Magna Grecia, gli sportivi tarantini sono sempre stati numerosi in tutte le precedenti edizioni olimpiche moderne, iniziate ad Atene nel 1896. Nel corso di oltre un secolo si sono, sinora, contati, 15 atleti che hanno portato la Città di Taranto in giro per il mondo.
Si calcola, invece, che i protagonisti di Taranto delle "vecchie" e prime "vere" Olimpiadi, cominciate ad Olimpia sempre in Grecia nel 776 a.C., siano stati in numero cospicuo. L'esatta entità numerica della presenza di atleti tarantini, però, rimane imprecisata perché moltissime fonti documentali sono andate purtroppo irrimediabilmente perdute.
Le "vecchie" Olimpiadi erano molto differenti da quelle "moderne" che oggi conosciamo. Le competizioni, ma anche svago e riti pagani, si tenevano ad Olimpia, antica località del forzuto Eracle.
Secondo la legenda, fu proprio questo colosso in carne ed ossa che istituì questa competizione che si teneva ogni 4 ani e per 5 giorni di seguito, in occasione del solstizio d'estate. Dalle poche fonti documentali pervenuteci, gli atleti che facevano incetta di premi, all'epoca consistente in una corona dell'ulivo sacro coltivato nel sacro bosco d'Olimpia, erano proprio i nativi della Magna Grecia: tarantini, in particolare.
L'eco delle vittorie dei propri concittadini raggiungeva velocemente le rive del Golfo di Taranto, dove questi eroi erano accolti trionfalmente e si tributavano loro festeggiamenti. Questi atleti, inoltre, erano considerati quasi "sacri" e quando passavano a miglior vita (in quell'epoca in età molto giovane) venivano sepolti con tutti i premi che avevano ricevuto per le vittorie in Grecia, così come oggi testimoniano le ricche necropoli scoperte nell'area ionica.
Tra gli atleti tarantini di spicco, che si fecero valere per le loro doti atletiche, oggi è ricordato particolarmente Icco Tarantino, cui è intitolata una via nel centro cittadino, e che fu anche un grande medico: fino ai tempi di Galeno, infatti, la sua dieta era panacea per molti sport.
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini