Martedì 11 Dicembre 2018 | 20:47

GDM.TV

i più visti della sezione

La storia di Salve

Salve - Organo della parrocchia di San Nicola Magno Dov'è ora Salve è verosimile che già nella preistoria vi siano stati insediamenti umani. Lo testimonierebbero alcuni reperti come parti di contenitori di terracotta e punte di selce.
La storia di Salve è stata scritta anche dai Messapi e dai Romani che nel 267 a.C. conquistarono dopo Taranto (272 a.C.) la Messapia nei cui possedimenti era anche l'attuale Salve.
Si ritiene che con la consueta spartizione delle terre conquistate da Roma faceva alle truppe vittoriose, furono fondati, anche nel Salento dei villaggi che presero il nome dei legionari cui gli appezzamenti erano stati conferiti.
La tradizione vuole che Salve fu costruita sulla terra data in premio a Salvius, centurione romano nel 267 a.C.
Salve ha da raccontare anche storie di scorrerie di pirati saraceni, il grande flagello di tanta parte dell'Italia meridionale a partire dal XIV secolo. Per questi assalti tutta la costa salvese è puntellata da belle torri d'avvistamento.
Salve fu attaccata il 22 luglio del 1547 da Dragrut che, giunto con le sue navi in prossimità delle coste salvesi, ordinò ai suoi uomini di sbarcare per assaltare l'abitato. I Salvesi però, si resero protagonisti di una eroica difesa, passata alla storia per tenacia, scaltrezza e coraggio, respingendo i pirati dopo un lungo assedio, con colpi di armi da fuoco e lanci di olio bollente dall'alto del loro fortilizio.
Tragica la leggenda dell'«Isoletta della fanciulla», uno scoglio ad ovest della torre dei Pali, a circa cento metri dalla spiaggia. Si narra che, durante una delle sue incursioni lungo le coste del Salento, Dragut inviò i suoi uomini a depredare alcune masserie di derrate alimentari. Non contenti i saraceni catturarono la figlia di un colono per rivenderla come schiava. Ma la giovane si oppose con ogni mezzo ai corsari, si rifiutò di rinnegare la religione cristiana e aver salva la vita. Fu uccisa e gettata in mare dallo stesso Dragut.
Qualche giorno più tardi, il corpo della fanciulla fu ritrovato da alcuni pescatori sull'isoletta, ricoperto da un velo di sabbia. Da quel momento lo scoglio venne chiamato l'Isola della Fanciulla.

V.S.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera