Giovedì 13 Dicembre 2018 | 03:38

GDM.TV

«Formeremo le forze di polizia locali»

Capo di stato maggiore difesa ammiraglio Di Paola ROMA - L'ammiraglio Giampaolo Di Paola, capo di stato maggiore della Difesa, ha fatto visita oggi ai reparti militari italiani della missione "Antica Babilonia" in Iraq. Di Paola - giunto questa mattina alle 9 all'aeroporto di Tallil a bordo di un C-130J dell'Aeronautica militare - è stato accolto dal generale Vladimiro Alexitch, comandante del contingente italiano, e dal gen. Corrado Dalzini, comandante della Brigata Pozzuolo del Friuli e della task force italiana a Nassiriya.
Il capo di stato maggiore della Difesa - che era accompagnato dal comandante del Coi (Comando operativo interforze), gen. Filiberto Cecchi - ha sorvolato in elicottero l'area di competenza italiana ed ha assistito alle operazioni di ricognizione svolte dai lagunari lungo l'Eufrate e all'addestramento dei soldati italiani nelle manovre con mezzi blindati e con i carri armati "Ariete". L'ammiraglio Di Paola si è poi fermato a mensa con i militari italiani, rivolgendo loro un breve saluto prima di ripartire per l'Italia.
Di Paola, giunto alla sua quarta visita ai militari italiani in Iraq, si è detto «orgoglioso» del lavoro svolto dai soldati della missione "Antica Babilonia". «Vi trovate in condizioni ambientali ed operative difficilissime e soprattutto - ha osservato il capo di stato maggiore della Difesa - vi trovate a svolgere la missione nel momento della transizione: noi oggi siamo qui in Iraq non più come parte della coalizione che aveva anche responsabilità di governo, ma parte di una coalizione che è qui sulla base della risoluzione 1546 dell'Onu, sulla base delle richieste del governo iracheno, per aiutare la ripresa di questo Paese, assisterlo, per formare ed addestrare le sue forze di sicurezza».
La missione assicurata dalla task force italiana, che in questi mesi si basa sulla Brigata Pozzuolo del Friuli, è «veramente fondamentale, un impegno pesante che il Paese prende, perché si somma ad impegni simili che stiamo assumendo in altri teatri. Di questo vostro impegno, sacrificio e professionalità dovete essere orgogliosi, e consapevoli che tutto il Paese ne è cosciente e grato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive