Giovedì 13 Dicembre 2018 | 17:09

GDM.TV

Via web nuove minacce di al Qaida contro l'Italia

DUBAI - Lo stesso sito internet che ieri aveva pubblicato minacce contro l'Italia da parte di una organizzazione collegata ad Al Qaeda, ha riportato oggi un altro comunicato, questa volta firmato dalle «Brigate Khaled ibn al-Walid, al Qaida», in cui si chiede il ritiro dei soldati italiani dall'Iraq, altrimenti «le autobomba saranno la soluzione».
«Popolo italiano - è scritto nel comunicato, la cui autenticità non può essere ancora verificata -, il vostro governo ha partecipato alla guerra contro l'Iraq e ha mandato truppe e arsenali nel nostro paese. Noi vi inviamo questo ultimo appello affinché gli chiediate di ritirarsi pacificamente dall'Iraq».
Il comunicato, che porta la data di oggi 17 luglio, così continua: «Se il vostro governo non obbedisce, le autobomba saranno la soluzione». La minaccia, terza degli ultimi tre giorni, si trova nel sito http://www.ansarnet.ws/vb.

Le Brigate Khaled ibn al-Walid, ovvero chi scrive firmandosi in tal modo, ricordano che hanno già inviato in passato altri avvertimenti al governo, il quale «non li ha capiti perchè non capisce che il linguaggio del sangue e della jihad». Quindi mandano «un secondo messaggio al popolo al governo italiani» nel quale chiedono loro di «assumersi la responsabilità» del rifiuto, da parte di Roma, della proposta di pace offerta il 15 aprile da Bin Laden ai paesi europei». «Vi abbiamo teso la mano per la tregua - continua il testo - ma il vostro governo non ha risposto favorevolmente. Assumetevi dunque la responsabilità delle decisioni del vostro governo. Noi giuriamo che le auto della morte non si arresteranno».
«Noi vi consigliamo dunque di procurarvi sacchi neri e fabbricare bare - aggiunge con un nota macabra il comunicato - per riempirle di morti».
Nella cosiddetta offerta di pace di bin Laden il tempo concesso ai paesi europei era di tre mesi. Sarebbe dunque scaduto il 15 luglio. Una specie di lungo ultimatum all'Italia era stato lanciato due giorni fa anche da un anonimo che scriveva in italiano. Il suo avvertimento è apparso su un sito intestato alla rete terroristica Al Qaida.
Ieri era apparso su 'ansarnet.ws.vb' un messaggio attribuito alle Brigate di Abu Hafs al-Masri (dal nome di un capo militare di Al Qaida ucciso in Afghanistan nel 2001), che minacciavano «un bagno di sangue simile a quello dell'11 settembre» e che, per evitare ciò, esortavano gli italiani a «sbarazzarsi» del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
Il gruppo terrorista al-Masri aveva rivendicato in passato, tra le altre, le stragi di Madrid dell'11 marzo e quelle del novembre 2003 a Istanbul contro due sinagoghe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori