Lunedì 10 Dicembre 2018 | 23:21

GDM.TV

i più visti della sezione

Sanità in Puglia: presto un numero verde

BARI - «Agli utenti della sanità in Puglia prometto che nei prossimi giorni ci sarà la possibilità di potersi rivolgere direttamente alle istituzioni per rappresentare i disagi e i problemi». Lo assicura il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, che, incontrando i giornalisti per dare notizia della approvazione odierna in giunta dell' assestamento di bilancio, annuncia importanti iniziative per il settore della sanità.
Fitto, che continua a compiere visite a sorpresa nelle strutture ospedaliere della Puglia per verificare lo stato di attuazione del riordino ospedaliero, afferma in particolare che quelli della sanità «non sono disagi collegati, come strumentalmente si vuole far credere, al provvedimento di riorganizzazione della rete ospedaliera. Sono disagi storici e strutturali che sono sempre esistiti». E aggiunge, riferendosi alle critiche del centrosinistra: «se qualcuno vuole far credere che fino al 2002 la sanità in Puglia funzionava in modo efficiente e dal 2002 ci sono problemi è assolutamente non credibile, oserei dire ridicolo».
Il presidente della Regione Puglia, alla richiesta dell' opposizione di azzerare il piano di riordino degli ospedali ed eliminare i ticket, risponde: «Sono abituato a confrontarmi con le proposte alternative ma finora non ne è arrivata neanche una: ammettiamo che azzero il piano e poi?». E per quanto riguarda i ticket Fitto suggerisce di «leggere i dati sulla spesa farmaceutica perché potrebbe essere, per tanti, un utile esercizio; senza proposte alternative non si governa».
Le novità nel settore sanitario previste con la manovra di assestamento di bilancio sono tante: intanto insieme con il call-center che partirà dal primo settembre e al quale si potranno rivolgere i cittadini per segnalare i problemi, sarà attivato un gruppo di persone per il controllo della qualità nelle strutture sanitarie. L'assestamento consentirà inoltre che le aziende sanitarie stipulino contratti a tempo determinato di durata da 2 a 5 anni, «per assicurare funzioni di particolare rilevanza e interesse strategico con laureati di particolare e comprovata qualificazione professionale». Con un' altra norma viene eliminato il vincolo dell'1% del monte salari quale limite di aumento delle dotazioni organiche. Ciò significa che le piante organiche possono essere aumentate fino al 3% del personale. Si tratta di circa 800 unità di personale in più che potrà entrare nei ruoli del servizio sanitario regionale.
Ancora: viene data la possibilità agli specialisti convezionati che operano negli ambulatori interni di transitare nei ruoli delle aziende sanitarie incrementando in parte ulteriormente le dotazioni organiche nelle aree di maggior interesse. I medici della medicina dei servizi (es. medici fiscali, medici scolastici ecc.) in servizio per almeno 24 ore settimanali, possono far domanda di essere inquadrati come dipendenti. Sostanzialmente con queste ultime due norme si dà la possibilità di aumentare il numero di ore di disponibilità di personale medico e di ampliare i posti di dotazione organica nelle aree di maggiore interesse sanitario.
Per quanto riguarda il servizio di emergenza sanitaria 118, «viene dato - ha detto Fitto - un giusto riconoscimento a tutti quei medici che con la loro disponibilità e dedizione hanno consentito la realizzazione in Puglia di un servizio cos importante come il 118». Questo personale, avendo superato il corso di formazione, viene incaricato definitivamente a tempo indeterminato. Una parte di questo personale medico potrà potenziare i punti di primo intervento e pronto soccorso.
Per ridurre le liste di attesa e migliorare l'accesso alle prestazioni da parte dei cittadini è inoltre prevista l'assunzione di personale per potenziare i centri di prenotazione e casse ticket che dovranno funzionare anche il pomeriggio per evitare le lunghe file e l'assunzione in deroga ai limiti di medici specialisti in cardiologia, anestesia, oncologia, radioterapia, cardiochirurghi nonché tecnici di radiologia, direttori di strutture (primari) e infermieri, utilizzando al meglio le tecnologie che sono state potenziate.
Con la nuova disposizione viene autorizzato il rimborso delle spese di trasporto ai pazienti che effettuano la dialisi in strutture pubbliche fuori della propria unità sanitaria locale. E' previsto un intervento finanziario a sostegno dei centri ospedalieri di elevata complessità (IRCCS, Enti Ecclesiastici e Policlinici) di particolare rilievo e viene riconosciuto il ruolo di ospedale di insegnamento degli Ospedali Riuniti di Foggia con l' incremento del finanziamento legato alle funzioni assistenziali necessarie a garantire la formazione dei medici, degli specialisti e degli altri professionisti sanitari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca